SPORT – Bocce, l’Italia conquista tre ori e due argenti al Mondiale giovanile di Raffa

Il Presidente De Sanctis: "Felice per i nostri allori iridati"

tre ori mondiali e i due argenti conquistati dall’Italia del ct Rodolfo Rosi hanno fatto scorrere i titoli di coda del Mondiale giovanile della Raffa, andato in scena dal 20 al 24 settembre 2022 al Centro Tecnico Federale di Roma e organizzato dalla Federazione Italiana Bocce.

Termina con un grande successo organizzativo, dunque, il secondo evento internazionale griffato FIB (l’altro è stato il World Boccia Interconinental Challenger di Boccia Paralimpica) dell’impegnativo mese di settembre 2022, eventi fortemente voluti dal presidente Marco Giunio De Sanctis.

Uno sforzo organizzativo ed economico importante per quella che ha confermato di essere una grande Federazione, ancorché non ancora Olimpica ma solo Paralimpica.

Dall’apertura della kermesse iridata in Piazza del Campidoglio alla cerimonia di chiusura al Centro Tecnico del Torrino, gli incontri delle sette competizioni mondiali.

L’Italia del ct Rodolfo Rosi ha vinto i Mondiali nell’Individuale maschile con Nicolò Lambertini, nella Coppia maschile con Federico Alimenti e Tommaso Martini, nella Coppia femminile con Giorgia Trudu e Martina Zurigo.

Le medaglie d’argento sono arrivate dal Tiro di Precisione: Tommaso Martini e Martina Zurigo hanno perso la finalissima, rispettivamente, contro la Turchia e la Croazia.

“È stato un Mondiale importantissimo perché non conoscevamo il livello delle altre nazionali essendo la prima edizione – ha affermato il presidente Marco Giunio De Sanctis nel corso della cerimonia di chiusura dell’evento iridato – Le tre medaglie d’oro mi hanno reso felicissimo, perché ci confermiamo Paese leader nella Raffa, ma è indubbio come anche altre nazionali stiano crescendo dal punto di vista tecnico con alcuni giovani di grande valore. I ragazzi sono il futuro dello sport, rappresentano l’immagine e la comunicazione della nostra disciplina, portano al seguito le famiglie e gli appassionati. In questo contesto, lo sport è agonismo, sociale, cultura. In ambito internazionale, non mi stancherò mai di ripeterlo e lo abbiamo visto in questa settimana, le bocce meritano di entrare nel programma dei Giochi Olimpici”.

La cerimonia di premiazione degli atleti saliti sul podio ha visto l’esibizione di ginnastica artistica femminile, delle ginnaste della società Ginnastica Eur.

Presenti alla cerimonia di chiusura del Mondiale, oltre al presidente della FIB, Marco Giunio De Sanctis, e al numero uno della Confederazione Boccistica Internazionale, Mutlu Turkmen, anche il Segretario Generale del CONI, Carlo Mornati, il Delegato allo Sport della Presidenza della Regione Lazio, Roberto Tavani, il vice-presidente vicario della FIB e vice della CBI, Moreno Rosati, il presidente della Confederazione Europea Boccistica, Bruno Casarini, il Segretario Generale della FIB, Riccardo Milana, il consigliere federale Vincenzo Santucci, il presidente CONI Lazio, Riccardo Viola.

Presenti anche i presidenti dei Comitati regionali della FIB Abruzzo (Gregorio Gregori), Emilia Romagna (Francesco Furlani), Friuli Venezia Giulia (Giancarlo Blasig), Lazio (Flavio Stani), Lombardia (Moreno Volpi), Marche (Corrado Tecchi), Molise (Giuseppe Formato), Umbria (Umbro Brutti) e Veneto (Renzo Cuzzolin).

I RISULTATI DELLE SEMIFINALI E DELLE FINALI

INDIVIDUALE MASCHILE: SEMIFINALI ITALIA (Nicolò Lambertini) – CILE (Gustavo Vega Green) 10-9, URUGUAY (Facundo Fierro) – SVIZZERA (Ryan Regazzoni) 4-5. FINALE: ITALIA (Nicolò Lambertini) – SVIZZERA (Ryan Regazzoni) 12-1.

COPPIA MASCHILE: SEMIFINALI ARGENTINA (Tomas Di Biasi – Lucas Suculino) – LIBIA (Abdo Zantouti – Faras A Zalitani) 12-1; ITALIA (Tommaso Martini e Federico Alimenti) – SLOVACCHIA (Miroslav Doval e Hugo Bago) 12-0; FINALE ITALIA (Tommaso Martini e Federico Alimenti) – ARGENTINA (Tomas Di Biasi e Lucas Suculino) 9-7.

INDIVIDUALE FEMMINILE: SEMIFINALI BRASILE (Taisa Zarpelon) – CROAZIA (Ana Juginovic) 7-3; PARAGUAY (Fernanda Luiza Schwingel) – UNGHERIA (Lili Racz) 7-6; FINALE: BRASILE (Taisa Zarpelon) – PARAGUAY (Fernanda Luiza Schwingel) 5-3.

COPPIA FEMMINILE: SEMIFINALI ARGENTINA (Donatella Levriero e Brenda Ledesma) – ITALIA (Giorgia Trudu e Martina Zurigo) 4-10; TURCHIA (Medine Kaya e Sevval Akcanli) – AUSTRIA (Evi Werth e Sonja Gleissner) 4-12; FINALE: ITALIA (Giorgia Trudu e Martina Zurigo) – AUSTRIA (Evi Werth e Sonja Gleissner) 12-0.

COPPIA MISTA: SEMIFINALI ARGENTINA (Lucas Suculino e Brenda Ledesma) – PARAGUAY (Gustavo A. Pletsch e Fernanda Luzia Schwingel) 7-11; CROAZIA (Roko Velic e Ana Juginovic) – SLOVACCHIA (Miroslav Doval e Simona Feherova) 12-4; FINALE: PARAGUAY (Gustavo A. Pletsch e Fernanda Luzia Schwingel) – CROAZIA (Roko Velic e Ana Juginovic) 8-5.

TIRO PRECISIONE MASCHILE: SEMIFINALI ITALIA (Tommaso Martini) – BRASILE (Allan Paloschi) 21-12; TURCHIA (Mikail Sen) – ARGENTINA (Lucas Suculino) 21-13; FINALE: TURCHIA (Mikail Sen) – ITALIA (Tommaso Martini) 21-19.

TIRO PRECISIONE FEMMINILE: SEMIFINALI SVIZZERA (Giorgia Cavadini) – ITALIA (Martina Zurigo) 7-10; CROAZIA (Ana Juginovic) – ARGENTINA 21-14; FINALE: CROAZIA (Ana Juginovic) – ITALIA (Martina Zurigo) 18-16.

Il medagliere del Mondiale Giovanile della Raffa: Italia 3 ori e 2 argenti; Paraguay un oro e un argento; Croazia un oro, un argento e un bronzo; Brasile un oro e un bronzo; Turchia un oro e un bronzo; Argentina un argento e quattro bronzi; Svizzera un argento e un bronzo; Austria un argento; Slovacchia due bronzi; Cile un bronzo; Uruguay un bronzo; Ungheria un bronzo; Libia un bronzo.

Non hanno conquistato medaglie: Algeria, Francia, Hong Kong, Marocco, Malesia, Perù, San Marino.

Articoli correlati

Back to top button