AREZZO – Ginnastica Petrarca: l’”Aquila d’Oro” ha premiato le storie dello sport aretino

I premi per gli sportivi sono andati a Niccolò Pagliardini, a Leonardo Gambacorta e al progetto #DonaUnRespiro

Una serata per celebrare i valori dello sport. L’Anfiteatro Romano ha ospitato la prima edizione del premio “Aquila d’Oro” che, organizzato dalla Ginnastica Petrarca in collaborazione con il Comune di Arezzo, ha proposto un evento volto a premiare gli sportivi locali che rappresentano un virtuoso esempio di determinazione, resilienza e etica. L’evento ha registrato la presenza tra il pubblico di numerose autorità politiche, militari e sportive, tra cui il presidente del Comitato Regionale della Federazione Ginnastica d’Italia Fabrizio Lupi, che hanno ascoltato e applaudito le storie di atleti, tecnici e società che, con la loro azione, sono stati riconosciuti “ambasciatori” dei migliori valori alla base dello sport.

L’“Aquila d’Oro” per il mondo sportivo è stata destinata ai testimonial nelle categorie “Impegno e determinazione”, “Resilienza”, “Etica e fair-play” e “Under18” che sono stati scelti direttamente dai cittadini attraverso una serie di votazioni su facebook tra una rosa di candidati individuati da una commissione con rappresentanti di Comune di Arezzo, Coni Point Arezzo e Ginnastica Petrarca. Ad ogni vincitore è andata la scultura dell’“Aquila d’Oro” realizzata in bronzo dal maestro Alessandro Marrone. Il premio “Impegno e determinazione” è spettato a Niccolò Pagliardini, assistente della sezione Aia di Arezzo che nel campionato 2019-2020 ha meritato la promozione in serie A, poi il premio “Etica e Fair-play” è stato conferito a Filippo Ballotti e Tamara Nofri quali promotori della maratona solidale #DonaUnRespiro che ha attivato una mobilitazione di camminatori, trail runners e podisti per acquistare saturimetri per le Rsa. Una particolare attenzione è stata rivolta ai giovani e, tra questi, è rientrato Leonardo Gambacorta del Club Arezzo Volley che ha vinto il premio “Resilienza”: nell’estate del 2020, questo atleta ha dovuto fare i conti con una malattia che ha messo a repentaglio il proseguo dell’attività sportiva ma, dopo un ciclo di cure e con specifiche apparecchiature, è tornato a giocare e ha debuttato in C. Uno speciale premio “Under18” è stato previsto per una promessa del territorio aretino come espressione trasversale dei valori del mondo sportivo nel presente e nel futuro: l’“Aquila d’Oro” è stata consegnata a Francesco Stopponi della Chimera Lotta che a maggio ha vissuto la gioia di vincere il titolo italiano nella categoria Cadetti e ha meritato la conferma nella nazionale Under15. La serata è stata arricchita dalle premiazioni di Piero Iacomoni, Danilo Tacconi e Giorgio Cerbai come testimonial della società civile scelti per il loro operato al servizio del territorio e della comunità, mentre alla memoria dell’allenatrice Manola Rosi è stato conferito il primo “Hall of Fame Petrarca”. «La serata – ha commentato Simone Rossi, presidente della Ginnastica Petrarca, – ha permesso di promuovere la cultura dello sport e di dare voce a tante storie di sport, dando così risalto ai valori che restano al centro dell’attività di ogni atleta e di ogni società».

Articoli correlati

Back to top button