Rincari bollette gas: come far fronte agli aumenti di fine anno?

In netta controtendenza rispetto al secondo e terzo trimestre 2020, gli ultimi mesi dell’anno saranno segnati da un aumento importante delle bollette. La voce di spesa più preoccupante per le famiglie italiane sarà quella del gas (il cui rincaro arriva a +11,4%), per via del maggiore uso legato all’accensione degli impianti di riscaldamento, indispensabile per affrontare la stagione fredda. La spesa media per il gas per nucleo familiare sarà pari a circa 975 euro, ossia 133 euro in meno rispetto al 2019. Nonostante questo, è sempre bene avere qualche accorgimento in più per ammortizzare le spese in bolletta; vediamo in che modo è possibile farlo.

Gestore, tariffe e autolettura

Anche il più virtuoso dei cittadini si ritroverebbe con una bolletta salata se non scegliesse con cura il gestore più conveniente per le sue tasche. Ogni sforzo in ottica di risparmio risulta vano se la tariffa è eccessivamente alta, motivo per cui bisogna dedicare un po’ di tempo alla valutazione attenta di questo aspetto. Per sapere quale proposta è la migliore per le proprie esigenze è necessario innanzitutto informarsi sul prezzo del gas, consultando guide approfondite come quella di Wekiwi ad esempio. Bisogna poi fare attenzione alla scelta della tariffa più indicata per le proprie abitudini di consumo: se per alcuni nuclei famigliari è più indicata quella monoraria, per altre questa soluzione potrebbe rivelarsi del tutto errata, con spese molto più alte del dovuto. Infine, mai dimenticare di fare l’autolettura dei consumi effettivi, da comunicare al gestore entro le date indicate sulla bolletta; in questo modo le spese saranno sempre perfettamente allineate al consumo reale del gas, e non si baseranno su quello stimato.

Abitudini da correggere in casa

Soprattutto nei mesi invernali, lo spreco di gas per via del riscaldamento è sempre dietro l’angolo. Per evitare di gonfiare eccessivamente la bolletta, bisogna evitare di impostare i termosifoni a una temperatura superiore ai 23 gradi e di coprirli con tende lunghe o con lo stendino con i panni bagnati. Attenzione anche in cucina: quando si usano i fornelli, meglio scegliere quelli del diametro più adatto alla pentola o alla padella, così da evitare sprechi. Infine, mai dimenticare che una corretta e regolare manutenzione della caldaia o dello scaldabagno consente un funzionamento ottimale e scongiura guasti e problemi che potrebbero portare a un consumo ben maggiore.

Back to top button