LIVORNO – La Polizia Provinciale denuncia due cacciatori per uso di mezzi di richiamo illeciti

Prosegue la campagna di controllo antibracconaggio, portata avanti dalla Polizia Provinciale che nella stagione venatoria intensifica le verifiche.

Nei giorni scorsi gli agenti hanno individuato due cacciatori che utilizzavano dispositivi illeciti per attirare la selvaggina. Si trattava, in particolare, di richiami acustici elettronici non ammessi, che sono stati posti sotto sequestro insieme ai fucili in possesso dei soggetti.

L’illecito è stato accertato in località Limoncino nel comune di Livorno. I due individui sono stati denunciati all’ autorità giudiziaria.

Articoli correlati

Back to top button