Freddie Mercury con Luca Hank Garrò sul palco dell’Hard Rock Firenze

 

Il mito intramontabile di Freddie Mercury sale sul palco di Hard Rock Cafe Firenze, venerdì 16 dicembre dalle ore 22:00, nel racconto appassionato e coinvolgente di Luca Hank Garrò.

Un viaggio tra i momenti essenziali della vita di un uomo e di un artista che è entrato nell’anima di milioni di persone, narrato attraverso gli occhi e il cuore di chi vive per la musica e a Freddie ha deciso di dedicare un posto speciale nel proprio personale gotha.

Un sentito omaggio, in cui si è riconosciuto anche Cesare Cremonini – cresciuto anche lui con le canzoni e il mito di Freddie – al quale è affidata la prefazione.

Il libro analizza in modo puntuale e appassionato i momenti essenziali della vita di Freddie, dall’esotica infanzia divisa tra Zanzibar e l’India, fino allo sbarco in quel Regno Unito che gli darà fama e gloria eterna; dall’incontro con i compagni Brian May e Roger Taylor, fino alla formazione dei Queen, al successo planetario giunto con la creazione di Bohemian Rhapsody e alle decine di cambiamenti stilistici ed estetici che lo renderanno una delle figure più iconiche di tutti gli anni Ottanta.

Il libro è suddiviso in sette capitoli: Un Indiano Tanzaniano a Londra – Le origini multiculturali di un mito, Becoming Queen – Il sodalizio con Brian May e Roger Taylor e la nascita della band più collezionata di sempre, Champions of the World – Dalla creazione di Bohemian Rhapsody all’ascesa mondiale dei Queen, Just a Singer with a Song – La musica, l’arte e la vita secondo Freddie Mercury, Living on my Own – Lo strappo con i compagni e il debutto con Mr Bad Guy prima del trionfo al Live Aid, Freddie at the Opera – Il progetto Barcelona con Montserrat Caballe e il sogno di fondere rock e lirica, God Save Freddie – Brian May e Roger Taylor spiegano perchè, dopo venticinque anni, il trono di Freddie resti inviolato.

Assieme a Luca Garrò, saliranno sul palco del Cafe più bello d’Europa per dare voce al mito di Freddie Giancarlo Passarella, Numa Nardoni, Yaser, i Killer Queen, la prima cover band dei Queen in Europa e The Hailstorm Band, per una performance di parole e musica come piaceva a Freddie Mercury, pura arte trasversale aperta a contaminazioni che hanno dato vita a veri e propri capolavori immortali.

Back to top button