FIRENZE – Florence Biennale, venerdì è il giorno di Frida Kahlo

Proseguirà anche nella giornata di venerdì 29 ottobre il fitto programma di appuntamenti che accompagnano e vivacizzano la XIII Florence Biennale, mostra di arte contemporanea e di design, in svolgimento alla Fortezza da basso di Firenze.

Alle 10 in area teatro è prevista la “Presentazione del master executive in storia, design e marketing del gioiello” dell’Università di Siena (campus di Arezzo), che intende rispondere in modo innovativo e adeguato alle richieste di crescita e di capacità professionali del comparto orafo, tenendo conto delle esigenze del mercato del lavoro e delle peculiarità dei distretti industriali italiani, con particolare attenzione al settore orafo della città di Arezzo.

Mezz’ora dopo, sempre in area teatro, un’altra presentazione: questa volta è di scena “The new normal – Isia”, l’esperienza interattiva realizzata come progetto di tesi magistrale e pensata per essere divulgata sia nella sua versione digitale che in quella fisica. Il progetto si pone l’obiettivo di rendere le persone responsabili e consapevoli del ruolo che il comportamento di ciascuno gioca all’interno della società, e su una scala più ampia, mira a creare una ricerca sociale frutto dei diversi esiti derivanti dalle scelte delle persone.

Quindi alle 11 è previsto l’incontro “Targa giovani ADI – I designer di domani al compasso d’oro”, moderato da Perla Gianni Falvo, Presidente ADI Toscana – Executive Board Member ADI. Intervengono le scuole di design della Toscana, rappresentate da: Francesca Tosi, Presidente della Conferenza Universitaria Italiana del Design; Mimmo Cafasso, Direttore LABA; Francesco Fumelli, Direttore ISIA Firenze; Giorgio Verdiani, Dipartimento di Architettura – Università di Firenze; Giò Carbone, Direttore Lao-Scuola di Arti Orafe. Con loro, a parlare di futuro, ci saranno Anna Rita Fioroni, Presidente Confcommercio Professioni, la Federazione di Confcommercio-Imprese per l’Italia che riunisce le associazioni professionali; Anna Lapini, Presidente nazionale Terziario donna Confcommercio; Pierluigi Bemporad, presidente dell’associazione Selfhabitat Cultura.

Alle 14, sempre in area teatro sarà proiettato il film artistico Contaminazione, a cura di Cécile Angelini e Sergio Mazzoni. Cosa succede quando si chiede a 48 artisti, scrittori, poeti, musicisti e professionisti dell’arte (editori, archivisti, corniciai, curatori), provenienti da tutto il mondo, di realizzare un’opera dedicata alla contaminazione artistica? L’idea nacque nel febbraio 2020, poco dopo i primi casi della pandemia di COVID-19 in Italia…

Per le 16 è programmata la presentazione del catalogo della XIII Florence Biennale a cura della Florence Biennale e di Giorgio Mondadori Editore; con Jacopo Celona, Giovanni Cordoni, Fortunato D’Amico e Carlo Motta (Giorgio Mondadori Editore).

Quindi alle 18 si terrà “Un nuovo sguardo su Frida Kahlo”, la conferenza di Gregorio Luke. Nata a Coyoacan, in Messico, nel 1907, Frida Kahlo è diventata una delle artiste più riconoscibili al mondo e un’icona femminista. Da ragazza, la poliomielite le ha causato l’avvizzimento della gamba destra, con la conseguente amputazione parziale molti anni dopo. Ad aggravare ulteriormente la sua salute si aggiunse un raccapricciante incidente che la costrinse a subire numerose operazioni e a una vita di dolore costante. Frida Kahlo, che sposò il famoso muralista messicano Diego Rivera, è stata in grado di creare alcuni dei dipinti più originali e potenti del XX secolo. Questa conferenza presenta un ritratto caleidoscopico di Frida Kahlo. Utilizzando oltre 300 diapositive dei suoi dipinti, fotografie documentarie e rari filmati, ci rivela una Kahlo dalle mille sfaccettature la cui persona era profondamente radicata nella cultura messicana e nelle tradizioni artistiche popolari.

Ultimo appuntamento della giornata, alle ore 19 in area teatro, la cerimonia di premiazione del “Wava award”. Florence Biennale ha stabilito una partnership con Wava – World Association of Visual Arts, che permette agli artisti partecipanti della XIII Florence Biennale di competere per il Wava Award come “Miglior Artista”. I vincitori saranno scelti durante la XIII Biennale di Firenze (Fortezza da Basso, 23-31 ottobre 2021), previa considerazione di tutte le opere esposte, e saranno annunciati e premiati in occasione della Cerimonia di Premiazione. Wava è un’organizzazione indipendente, senza scopo di lucro, non governativa, non politica per persone provenienti da tutto il mondo, formata sotto raccolta volontaria per la causa della realizzazione, protezione e sincronizzazione degli interessi dei suoi membri e mantenimento di attività per affermazioni dei veri valori delle arti visive e delle istituzioni di tutto il mondo che lavorano in questo campo. Questa associazione opera in tutto il mondo e collabora con organizzazioni internazionali, associazioni, fondazioni e istituzioni. Gli obiettivi principali di Wava sono la collaborazione e il collegamento con tutti gli individui, organizzazioni e istituzioni nel mondo che si occupano di arti visive: pittura, grafica, disegno, scultura, arte concettuale, installazioni, performance, fotografia, cartoni animati ecc…

Questa edizione di Florence Biennale prosegue fino alla fine di ottobre – con ingresso a pagamento di 10 euro (ridotto 7 euro, convenzioni 5 euro) – con orario 10-20 (escluso domenica 31 quando chiuderà alle ore 19).

Ulteriori informazioni e il programma dettagliato delle premiazioni e degli appuntamenti della mostra sono disponibili al sito web www.florencebiennale.org.

Articoli correlati

Back to top button