Treni, Baccelli: “Passi avanti, ma l’informazione per i viaggiatori si adegui ai tempi”

Prosegue il lavoro della cabina di regia coordinata dall’assessorato alle infrastrutture della Regione  e che vede coinvolti  i vertici di Trenitalia e Rfi.

Nella riunione di ieri, fra i temi affrontati, oltre l’andamento generale del servizio ferroviario e la puntualità linea per linea, i lavori si sono concentrati sulle interruzioni prossime, sulla Lucca-Viareggio che partirà il 3 aprile, e sulla Porrettana che partirà il 26 aprile. I tecnici  e i vertici si sono soffermati anche sull’evento del 17 marzo scorso quando il malfunzionamento informatico dei sistemi tecnologici di gestione del traffico ferroviario ha determinato il blocco degli impianti  fra Firenze Campo Marte e Rovezzano e sull’attacco hacker alla rete informatica di Trenitalia e Rfi dei giorni scorsi che sta avendo ancora conseguenze sulle biglietterie , l’accesso ai sistemi informativi , l’aggiornamento dei sistemi.

“Stiamo facendo un buon lavoro – ha spiegato l’assessore alle infrastrutture e trasporti Stefano Baccelli – , la cabina sta dando i suoi frutti ; è la sede giusta per riportare richieste, segnalazioni,  per esaminare le criticità, ma anche per dare quella spinta necessaria a migliorare lo scenario e stare concentrati sulla soluzione dei problemi. Stiamo facendo passi avanti- prosegue- ma c’è ancora da fare, soprattutto sull’informazione ai viaggiatori, che non si può considerare adeguata, in particolare in caso di eventi con pesanti ricadute sul servizio come quello del 17 scorso che ha interessato Firenze Campo Marte. Occorrono sistemi informatici più moderni e all’avanguardia che riescano a semplificare la vita dei cittadini utenti, informandoli più velocemente e facilmente”.
Nel frattempo va comunque usato al meglio quanto disponibile e devono inoltre, da subito, essere più tempestive e complete le comunicazioni che arrivano alla Regione per la diffusione con Muoversi in Toscana, fondamentali per informare prima dell’arrivo in stazione e valutare modalità di  viaggio.

Fra  gli esiti positivi, frutto anche del lavoro delle riunioni periodiche, c’è infatti il miglioramento della puntualità delle linee, nessuna esclusa, grazie ai provvedimenti presentati nelle precedenti riunioni e messi successivamente in atto. Nel confronto fra i primi mesi del 2022 e dicembre 2021, il mese più critico, le 6 linee più critiche,  i cui abbonati avevano avuto diritto al bonus, hanno visto incremento della puntualità significativo, dal +8.9% della Firenze-Siena-Empoli, passata dal 76.9% all’86.8%, al  +14.6% della Siena-Grosseto, che passa dal 75.5% al 90.2%. Oltre alla Firenze-Empoli-Siena rimangono solo altre 2 linee , l’Aretina (89%) e la Siena-Chiusi (87.1%).

Interruzioni
Sono state annunciate alcune interruzioni di prossimo avvio, insieme ai provvedimenti di orario e organizzativi messi in atto per limitare le criticità. Le interruzioni sono necessarie per eseguire lavori di manutenzione straordinaria e che riguardano la sicurezza. Per la Lucca-Viareggio e la Porrettana si parla di 17milioni complessivi di interventi (10mln per la Lucca-Viareggio e gli altri per la Porrettana). Si tratta nel primo caso del consolidamento e dell’impermeabilizzazione: del ponte sul fiume Serchio a Nozzano e della galleria Ceracci tra Lucca e Massarosa, interventi di miglioramento idraulico del Ponte sul Rio Fornacette, innalzamento marciapiedi nella fermata di Nozzano.

Per la Porrettana  si tratta di rinnovo armamento e attività su diverse opere d’arte lungo la tratta Porretta-Pistoia dal 26 Aprile al 11 Giugno, che si aggiungono agli interventi appena avviati per la messa in sicurezza del versante La Cava, interessato da una frana nel novembre scorso che ha determinato la chiusura della tratta Pracchia-Porretta , Verranno installati reti, barriere paramassi e realizzato un nuovo muro di sostegno per proteggere la linea ferroviaria-

Le due tratte Lucca-Viareggio e Pistoia-Porretta saranno completamente interrotte durante i lavori, sono stati qui predisposti bus sostitutivi, con programmazione che tiene conto di quanto già attuato in precedenti interruzioni e delle segnalazioni già arrivate da parte dei pendolari, per rispondere meglio alle esigenze di mobilità. Eventuali ulteriori segnalazioni potranno essere inviate al numero verde regionale del TPL 800 570 530 numeroverdetpl@regione.toscana.it

Articoli correlati

Back to top button