SANSEPOLCRO – Riapertura spazi di CasermArcheologica, in arrivo un weekend ricco di appuntamenti

Rinnovata e ampliata. Così si presenterà CasermArcheologica, progetto di rigenerazione urbana che ha riqualificato l’ex Caserma dei Carabinieri di Sansepolcro, all’interno di uno palazzo storico, nel cuore del centro storico, oggi centro dedicato alle arti contemporanee e luogo di incontro per giovani professionisti. Dopo sei mesi di chiusura, si prepara a riaprire le sue porte e a mostrare i nuovi spazi tra Palazzo Muglioni e via Aggiunti, con una serie di eventi in programma dal 10 al 12 settembre e il 25 settembre, in occasione del weekend dedicato al Palio della Balestra, tra mostre, concerti, performance teatrali e incontri con personaggi del mondo dell’arte e del design, dal professore de “La Sapienza” di Roma Carlo Martino all’architetto Pino Pasquali, dall’artista visiva Claudia Losi, a Maria Pilar Lebole, responsabile del progetto Osservatorio dei Mestieri d’Arte di Firenze, a Alessandra Tempesti, del centro per l’arte e il design tessile di Prato Lottozero.

Nato come un percorso di rigenerazione urbana, CasermArcheologica ha recuperato e trasformato l’ex Caserma dei Carabinieri di Sansepolcro in un centro culturale, grazie ad uno straordinario movimento che ha coinvolto e coinvolge studenti delle Scuole Superiori, professionisti, imprenditori, Istituzioni e Fondazioni. Dopo aver riaperto due piani del palazzo, abbandonato e inutilizzato dagli anni ’90, ora di nuovo accessibile come laboratorio d’arte a 360 gradi, oggi inaugura nuovi spazi riqualificati a Palazzo Muglioni e in via Aggiunti. Oltre ai lavori su impianti, infissi e messa in sicurezza, durati cinque mesi, la “pulitura” delle mura ha portato alla luce alcune porzioni di antiche decorazioni che raccontano le tante storie che hanno attraversato il Palazzo e che, come per gli spazi già riqualificati, permangono scoperte per offrirne il racconto ai visitatori e agli artisti che vivono il luogo.

Dal 10 settembre CasermArcheologica svelerà il suo nuovo abito con iperCASERMA, un ricco calendario di appuntamenti tra mostre, concerti, spettacoli e un’importante tavola rotonda per presentare il progetto pensato proprio per far vivere gli spazi rinnovati.

Si parte venerdì alle ore 18:00 con la banda della Società Filarmonica dei Perseveranti di Sansepolcro e l’inaugurazione delle tre mostre, che rimarranno aperte fino alle ore 23:00 per tutto il weekend:

Dentro gli occhi cosa resta, un percorso tra gli elaborati artistici realizzati dagli studenti del Liceo Città di Piero durante i corsi di fotografia narrativa tenuti da Alessandra Baldoni e i quaderni dell’arte tenuti da Ilaria Margutti;

Space Needers, personale di Francesco Capponi, un progetto di fotografia stenopeica che nasce come personale fuga dalla realtà dell’artista dal lockdown pandemico, attraverso un gioco fotografico: immagini ritagliate di astronauti e cosmonauti trovate in rete, posizionati in set casalinghi e rifotografati nei vari angoli di casa mentre esploravano lo “Spazio Domestico”. Attraverso il foro stenopeico Francesco Capponi osserva nuovi e infiniti universi nascosti tra le pieghe di questo nostro vecchio mondo che in quei momenti appariva logorato;

Così lontano, così vicino, bipersonale degli artisti Meri Ciuchi e Maurizio Rapiti: vecchie fotografie analogiche e riproduzioni di grandi capolavori della storia dell’arte italiana, riviste in chiave contemporanea con cifre emotive differenti che distinguono i due artisti, l’ironia e la melanconia; narrazioni immediate, con elementi tratti dall’ordinario vivere, attraverso il filtro immaginifico degli autori.

CasermArcheologica LAB è il progetto formativo pensato per i nuovi spazi che sarà presentato sabato 11 alle ore 11:00 in occasione di una tavola rotonda con relatori di alto profilo, provenienti dal mondo del design, dell’arte e dell’architettura, come Carlo Martino, Professore Ordinario di Disegno Industriale Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e del Master in “Design Comunicazione Visiva e Multimediale, all’architetto e designer Pino Pasquali, Pilar Lebole della Fondazione CR Firenze, Responsabile OMA e progetti connessi e ancora l’artista visiva Claudia Losi e Lottozero, centro per l’arte e il design tessile a Prato. Insieme si confronteranno sul ruolo del know how artigianale del territorio come risorsa economica e culturale. Il progetto infatti chiama una serie di partner interessati a sviluppare un nuovo modello di valorizzazione della tradizione artigiana locale attraverso un’attitudine contemporanea, invitando artisti e designer italiani e internazionali ad affiancarsi in percorsi di formazione rivolti ai giovani ma anche ai turisti che vogliono sperimentare tecniche antiche ma con nuovi strumenti di progettazione. CasermArcheologica LAB si propone come laboratorio formativo volto a fornire competenze utili e nuovi sbocchi lavorativi, ma anche con l’ambizione di diventare “luogo” per un turismo esperenziale nuovo, aperto ad altre fasce di pubblico e strumento per le aziende che vorranno cogliere questa come occasione di ricerca attorno a nuove tecniche di lavorazione.

Sempre sabato alle ore 15.00 il Concerto dell’Orchestra Giovanile d’Archi Novamusica Sansepolcro, con la violinista Laura Cuku Hodaj e i suoi allievi della Novamusica Sansepolcro, una tra le realtà culturali più vivaci del territorio, accoglieranno i visitatori del Museo Diffuso e tutto il pubblico.

Dallo scorso anno, inoltre, è attivo il Museo Diffuso, di cui proprio CasermArcheologica è promotrice, con il sostegno del Comune e dell’Ufficio turistico, con lo scopo di valorizzare il patrimonio materiale e immateriale cittadino e offrire un servizio che permetta ai turisti di allungare i tempi di permanenza in città. Come ogni sabato, dalle ore 15:30, sarà possibile scoprire il percorso museale, direttamente dalla voce di chi abita il luogo e si prende cura del territorio.

La cittadinanza attiva è ancora al centro dello spettacolo Politico Poetico LAB (ore 17.00 – 20.00): dall’esperienza di Politico Poetico e da un lavoro trentennale con gli adolescenti, la Compagnia del Teatro dell’Argine di San Lazzaro di Savena (BO) conduce un laboratorio tra teatro e attivazione civica con i ragazzi e le ragazze di CasermArcheologica, per ascoltare la voce delle giovani generazioni su temi cruciali come ambiente, lavoro ed economia, disuguaglianze, città e comunità, pace e giustizia. I risultati del laboratorio saranno presentati domenica alle ore 12:00 sempre nei nuovi spazi di CasermArcheologica.

 

The whale theory è il libro dell’artista Claudia Losi, che sarà presentato alle ore 18:00. Il volume ripercorre l’esperienza ventennale di ricerca poetica dell’artista intorno all’archetipo della balena, creatura colossale e opalescente, che sfugge allo sguardo e come Moby Dick “elude cacciatori e filosofi”.

Domenica alle ore 10:30, in vista delle prossime elezioni comunali del 3 e 4 Ottobre, CasermArcheologica propone un incontro tra i candidati Sindaci e la cittadinanza per riflettere sul futuro della Città di Sansepolcro a partire da proposte maturate in questi anni di attività in particolare con i ragazzi. Seguirà l’esito del laboratorio Politico Poetico Lab, condotto dal Teatro dell’Argine di Bologna con i ragazzi di CasermArcheologica.

L’ultimo appuntamento con iperCASERMA sarà il 25 settembre prossimo con la presentazione di Almanacco#2, a cura di Ilaria Margutti e Laura Caruso (Morlacchi Editore, design grafico a cura dell’artista Sara Garagnani), che raccoglie le mostre, le attività le riflessioni del periodo 2018 – 2020 a CasermArcheologica, e lo spettacolo teatrale itinerante “Quanti siete?” di Alessandra Bedino, ispirato al testo “La masticazione dei morti” di Patrick Kermann (con Stefano Berbeglia, Giuliana Bianchi, Annalisa Cei, Carlo Giabbanelli, Cordelia Palla, Stefania Salvietti, Giovanni Visibelli)

A chiudere il calendario di eventi, alle ore 21:30, il Concerto del gruppo musicale Rigolò
una psychedelic music band, con alle spalle composizioni per una serie tv RAI e sonorizzazioni live per i documentari del musicista e filmmaker Francesco Tedde.

Tutte le info su www.casermarcheologica.it

Articoli correlati

Back to top button