Ri-Creazione torna a scuola: l’educazione ambientale di Sei Toscana in teledidattica

Vista la chiusura delle scuole, gli educatori ambientali di Sei Toscana proseguono il progetto con la didattica a distanza

Non si ferma l’attività didattica di Sei Toscana rivolta ai ragazzi nell’ambito del progetto “Ri-Creazione, da oggetto a rifiuto e ritorno” e, dopo una breve interruzione, torna nelle aule virtuali delle classi iscritte al progetto, grazie alla didattica a distanza, secondo quanto previsto e definito dalle indicazioni del Ministero dell’Istruzione.

La quinta edizione del progetto, partita lo scorso novembre, ha coinvolto oltre 14000 ragazzi. La gran parte dei percorsi didattici era già stata completata quando, lo scorso 4 marzo, le scuole sono state chiuse per effetto dei primi provvedimenti governativi relativi all’emergenza sanitaria. Alcune delle classi iscritte però rischiavano di non poter concludere i percorsi avviati. Per questo Sei Toscana si è fin da subito attivata con i suoi educatori per verificare la possibilità di tornare “a scuola” con le nuove modalità della didattica a distanza. La proposta di continuare “a fare Ri-Creazione”, è stata accolta in maniera molto favorevole dagli insegnanti, che hanno apprezzato lo sforzo di Sei Toscana e dei suoi educatori nel voler ricercare forme alternative per continuare la propria attività rivolta al mondo della scuola.

“Sei Toscana crede molto nell’educazione ambientale rivolta alle giovani generazioni – dice Leonardo Masi, presidente di Sei Toscana – e, anche in un periodo difficile e complicato come questo, ha voluto essere a fianco degli studenti e degli insegnanti che da cinque anni scelgono il nostro progetto per formare i ragazzi su ambiente e rifiuti. Entrare ufficialmente a far parte del circuito della didattica a distanza credo sia una ulteriore dimostrazione della validità dell’offerta formativa del progetto e dell’impegno di tutte le persone che da anni vi lavorano”.

Le classi che faranno Ri-Creazione a distanza sono al momento più di 30 e coinvolgeranno circa 1000 studenti divisi fra le province di Arezzo, Grosseto e Siena che potranno così completare il loro percorso, iniziato all’interno delle classi, direttamente da casa, attraverso le piattaforme individuate.

Accanto all’attività rivolta alle scuole, con  #ricreazioneacasa, Sei Toscana ha pensato a portare i contenuti del progetto anche sui social, con una serie di videolaboratori su riuso e riciclo per i bambini. I laboratori sono a disposizione di tutti sul canale Youtube e sulla pagina Facebook di Sei Toscana.

Tag
Back to top button
Close