GROSSETO – Sabato 11 settembre una giornata alla scoperta degli Etruschi di Gavorrano

Un evento per svelare al pubblico le ultime scoperte archeologiche di periodo etrusco presenti nel Comune di Gavorrano (Gr), e più in generale nel territorio dell’antica città di Vetulonia.

In questo contesto saranno presentati gli importanti risultati emersi delle più recenti ricerche portate avanti dall’Università di Firenze, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo e con il Centro di Documentazione Etrusco Rocca di Frassinello. L’iniziativa si intitola “Gli Etruschi a Gavorrano. Dal racconto all’esperienza”, e si svolgerà sabato 11 settembre organizzata da Comune, Parco Nazionale delle Colline Metallifere con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana nell’ambito della Giornata degli Etruschi. Sono previsti due momenti distinti: alle ore 15 al Centro Congressi della Porta del Parco delle Colline Metallifere a Gavorrano (Gr), località I Bagnetti, si svolgerà una conferenza a cui interverranno il sindaco di Gavorrano Andrea Biondi, la presidente del Parco Nazionale delle Colline Metallifere Lidia Bai, il presidente di Rocca di Frassinello Paolo Panerai e poi archeologi e studiosi. Al termine della conferenza (ore 17 – 17-30) sarà offerto un rinfresco in cui sarà possibile degustare i vini di Rocca di Frassinello (invecchiati nella cantina disegnata da Renzo Piano), e i prodotti della filiera corta del DRAGO delle Colline Metallifere. A conclusione, dalle ore 18.30, si potrà partecipare ad una visita guidata alla necropoli di San Germano.

“Con molto piacere il Comune di Gavorrano ha partecipato insieme a Rocca di Frassinello e Parco delle Colline Metallifere alla Giornata degli Etruschi – ha detto il sindaco Biondi – e confido in una larga partecipazione della comunità locale vista l’opportunità di conoscere storie inedite sul territorio di Gavorrano”. “Mi sembra importante che in occasione del progetto regionale della Giornata degli Etruschi – spiega Lidia Bai – sia presente anche questa iniziativa di Gavorrano che ci permette di conoscere gli importanti risultati delle indagini archeologiche dell’Università di Firenze. Un interessante risultato non solo per gli aspetti scientifici, ma anche per la collaborazione pubblico-privata tra Comune di Gavorrano, Parco e Cantina Rocca di Frassinello finalizzata alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale”.

Tra i temi proposti nella conferenza anche le novità riguardanti gli scavi di un insediamento etrusco strettamente legato a Vetulonia, il sito di San Germano che ha lo stesso nome della necropoli situata in una zona vicina. In questo luogo sono iniziate fin dal 2018 delle ricerche da parte dell’Università di Firenze Cattedra di Etruscologia, dirette dal prof. Luca Cappuccini, e sono già emerse molte novità in particolare ceramiche a vernice nera e altri oggetti di uso comune. “Non possiamo ancora definire con esattezza la tipologia dell’insediamento di San Germano – spiega Giuditta Pesenti direttore scientifico del Centro di Documentazione Etrusco di Rocca di Frassinello – ma pensiamo si tratti di una fattoria o edifici legati alle produzioni agricole, attività che caratterizzavano sia in epoca classica ed ellenistica il territorio di Vetulonia particolarmente vocato per questo tipo di attività”. Durante la conferenza sono previsti gli interventi anche di Simona Rafanelli direttore scientifico del Museo Civico Archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia, la stessa Giuditta Pesenti e le archeologhe che hanno preso parte alle indagini scientifiche sul sito etrusco di San Germano. Alice Raspollini e Margherita Menicocci presenteranno gli esiti delle ricerche condotte su alcune classi materiali rinvenute nell’insediamento di San Germano mentre Lucrezia Capperucci metterà a fuoco la comparsa della vite e della viticoltura in epoca antica e in particolare le testimonianze legate al consumo del vino nel territorio di Vetulonia in epoca etrusca. Per concludere, Alessia Buggiani presenterà un’indagine sulla vicina necropoli di Selvello, che si trova nel Comune di Roccastrada ma rappresenta un interessante parallelo per l’insediamento di San Germano.

Si ricorda che per partecipare è obbligatorio avere il Green pass oppure un tampone negativo effettuato nelle precedenti 48 ore e il rispetto delle norme anti Covid 19.

Info e prenotazioni. 0566843402, e-mail. info@parcocollinemetallifere.it

Back to top button