VALDICHIANA – La Battaglia di Scannagallo come non si era mai vista prima 

Inaugurata l’installazione ipertecnologica. Eugenio Giani: “Importante valorizzazione della Rocca di Marciano”

battaglia rocca 1Una giornata di festa alla Rocca di Marciano della Chiana per l’inaugurazione della Sala Fossombroni, che ospita un’installazione  multisensoriale sulla Battaglia di Scannagallo e una mostra diffusa in tutti gli ambienti sulle armi cinquecentesche.

All’appuntamento ha preso parte anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, che ha testato la tecnologia multimediale e rivolto entusiastici complimenti ai promotori: “Qui nasce l’identità della Toscana, qui si decisero le sorti del Granducato. La Valdichiana è essenziale per la nostra Regione, molto vitale dal punto di vista economico e culturale, strategica sul piano dei collegamenti e dei trasporti, questo luogo poi ha un significato profondo sul piano storico e culturale. La ristrutturazione della Rocca che la Regione si è prodigata a sostenere, la sua valorizzazione da parte del Comune di Marciano con azioni come quelle che stiamo inaugurando oggi, sono fondamentali per la promozione del territorio”.

Il sindaco di Marciano della Chiana, Maria De Palma, si è detta “orgogliosa e molto felice. Dopo la complessa ristrutturazione, la sfida era quella di riuscire ad arricchire di contenuti importanti ed attrattivi la nostra Rocca. Posso dire oggi che l’obiettivo è stato raggiunto, attraverso una grande novità per il nostro comune e una tecnologia unica che l’Amministrazione ha fortemente voluto, come strumento di valorizzazione e promozione turistica del territorio”.

Un progetto che parte da lontano, esattamente dal 30 e 31 luglio scorsi, quando, durante la due giorni di rievocazione della Battaglia a cura dell’Associazione culturale Scannagallo tra Pozzo della Chiana e Marciano, sono state realizzate le riprese dei video utilizzati per l’installazione ipertecnologica. Gionata Salvietti, assessore con delega ai lavori pubblici, innovazione tecnologica, cultura e turismo, ha introdotto i numerosi ospiti al test dell’installazione multisensoriale, “capace di catapultare gli utenti in mezzo a quegli eventi storici. Si tratta di una tecnologia innovativa che consente, attraverso un visore e interfacce sensoriali, la riproduzione tridimensionale e la percezione tattile in tecnologia immersiva a 360°, per un’esperienza davvero unica ed indimenticabile. Le immagini sono state girate in soggettiva, quindi è come essere protagonisti e attori della Battaglia. Una bella novità, destinata non solo ai tanti turisti che vogliono avvicinarsi al nostro territorio e alle sue peculiaritàma anche agli studenti che vogliono approfondire in maniera originale ed ipertecnologica avvenimenti che hanno segnato profondamente la storia della nostra Regione”.

Gli alti livelli di contenuti tecnologici raggiunti grazie ad un importante lavoro di team, sono stati evidenziati da Guido Geminiani, CEO Impersive, responsabile dei video 360°, Guido Gioioso e il prof. Domenico Prattichizzo, Co-founders WEART, start up che ha sviluppato il sistema tattile, autentico valore aggiunto dell’installazione multimediale, la cui fruizione, da oggi, sarà possibile su prenotazione.

Grande interesse ha suscitato anche la collezione di armi rinascimentali, curata dall’Associazione culturale Scannagallo, ospitata sempre nella splendida fortificazione cinquecentesca della Rocca di Marciano: “Grazie ad un lavoro coordinato – ha dichiarato Alessio Bandini, responsabile gestione eventi dell’associazione Culturale Scannagallo e membro del Comitato per la valorizzazione delle Associazioni e delle Manifestazioni di rievocazione e ricostruzione storica della Regione Toscana – siamo riusciti a coniugare passato, presente e futuro con un’installazione unica ed originale, con l’intento di coinvolgere soprattutto i più giovani, che attraverso il mezzo digitale si sentiranno più coinvolti e immersi nella storia”.

Articoli correlati

Back to top button