Toscana: la qualità della vita nell’indagine del Sole 24 Ore spacca la regione

Benissimo Firenze e Pisa, male Arezzo e Prato. Pistoia fanalino di coda

Firenze –La ricerca, condotta come ogni anno dal Sole 24 Ore, scatta un’istantanea della ripresa dalla pandemia considerando 90 indicatori del benessere divisi per categorie: business, consumi e ricchezza, salute e società, servizi e ambiente, cultura e tempo libero. Ogni provincia ottiene così un punteggio, guadagnando o perdendo posizioni in questa classifica annuale sempre molto attesa e altrettanto discussa.

La classifica di quest’anno vede la prima posizione occupata dalla solita nota Trieste, medaglia d’argento per Milano che guadagna 4 posizioni rispetto allo scorso anno. Trento, stabile al terzo posto, chiude il podio. Sempre città del nord a completare la classifica delle migliori dieci, nell’ordine: Aosta, Bolzano, Bologna, Pordenone, Verona, Udine e Treviso.

La Toscana quest’anno si spacca, con Firenze e Pisa che salgono alle posizioni numero 11 e 22, guadagnando rispettivamente 16 e 18 posizioni rispetto al 2020. Siena invece scende al 15esimo posto. In discesa anche Arezzo 41esima, Grosseto 53esima, Prato 54esima che perde ben 26 posizioni rispetto allo scorso anno. 55esima Livorno, a seguire in posizione numero 58 Lucca e 72 Massa-Carrara, infine Pistoia 73esima.

Articoli correlati

Back to top button