Terme di Montecatini, depositata proposta per acquisizione quote di maggioranza relativa

L’ultima proroga è scaduta ieri, 22 novembre. Ed entro la scadenza del bando è arrivata la proposta da parte dell’“International tax advisors limited”, società britannica con filiali negli Stati Uniti ed Hong Kong, tredici anni di attività alle spalle ed un amministratore delegato di origini pistoiesi, per acquisire la quota di maggioranza relativa delle Terme di Montecatini.

Lo comunica l’assessore Stefano Ciuoffo, che ha seguito fin dall’inizio la vicenda: nel corso della settimana l’offerta sarà aperta e valutata, con particolare riguardo al programma di investimenti e alla nuova futura organizzazione della società termale.

“Si tratta – commentano il presidente della Toscana Eugenio Giani e l’assessore Ciuoffo – di un primo passo positivo dell’azione condivisa dei soci pubblici, Regione Toscana e Comune di Montecatini Terme, per la valorizzazione del ruolo e dell’importante patrimonio della società termale”. “In questi mesi – aggiunge il presidente – abbiamo ragionato sulle cose da fare per il bene della città e di tutta la regione e il lavoro svolto fin qui lo dimostra”.

Il bando per individuare il nuovo socio di maggioranza era stato pubblicato il 5 agosto 2021. Il termine per farsi avanti era scaduto la prima volta il 15 settembre e subito prorogato fino al 12 ottobre.  Delle tre manifestazioni di interesse presentate una sola, quella della società britannica, era stata però ritenuta idonea, la quale è stata dunque l’unica invitata a presentare una proposta irrevocabile. Il termine iniziale per la consegna era stato fissato inizialmente all’11 novembre, poi prorogato al 22 novembre.

 

Articoli correlati

Back to top button