Rigenerazione urbana, finanziati nuovi interventi a Poggibonsi, Prato, Lucca, Colle Val d’Elsa

Una pista ciclabile per riqualificare un’area pubblica a Poggibonsi (SI), la riqualificazione “verde” del Macrolotto a Prato, un percorso sicuro per pedoni e ciclisti nel quartiere di Sant’Anna a Lucca, ’interscambio tra diverse modalità di spostamento, veicolare e ciclabile, nel centro urbano di Colle di Val d’Elsa (SI).

Sono quattro i nuovi interventi che, in coerenza con la legge regionale per il governo del territorio ed il Piano paesaggistico, entreranno a far parte dei rispettivi Progetti di innovazione urbana finanziati nell’ambito dell’Asse VI Urbano del POR FESR 2014-2020 e volti a rendere più vivibili e sicuri contesti urbani caratterizzati da criticità ambientali e sociali.

Sarà data, dunque, piena attuazione agli Accordi di programma già sottoscritti tra la Regione Toscana ed i Comuni di Prato, Lucca, Rosignano Marittimo, Pisa, Cecina, Empoli, Poggibonsi – Colle Val d’Elsa, Montale – Montemurlo e Capannori, per dare attuazione ai rispettivi Progetti di Innovazione Urbana finanziati nell’ambito dell’Asse VI Urbano del POR FESR 2014-2020, ma non solo: saranno integrati gli Accordi di programma dei PIU che beneficeranno delle risorse aggiuntive del POR FESR resesi disponibili.

L’Asse VI Urbano del POR FESR 2014-2020 grazie al conseguimento dei target previsti dal POR FESR per l’annualità 2018, ha incrementato infatti di 3 milioni di euro la dotazione finanziaria iniziale passando a complessivi 49,2 milioni.

Per il pieno utilizzo delle risorse aggiuntive, a gennaio 2020 la Giunta regionale ha dunque avviato una selezione per individuare nuovi interventi coerenti e rilevanti rispetto alle priorità strategiche di ciascun progetto urbano ed in grado di garantire tempi di esecuzione coerenti con la programmazione comunitaria.

Si è conclusa, nelle scorse settimane, la valutazione tecnica delle sette candidature presentate, a cura di un Comitato tecnico appositamente costituito.

Sulla base della graduatoria che recepisce gli esiti della valutazione di merito dei progetti, la Giunta Regionale ha provveduto a destinare la disponibilità di risorse dell’Asse Urbano agli interventi utilmente collocati in graduatoria, ovvero:

1. “Pista ciclabile e zona 30 in via Sangallo” – Comune di Poggibonsi

2. “Urban places” – Comune di Prato

3. “Mobilità sostenibile tra via Togliatti e viale Luporini ” – Comune di Lucca

4. “Area interscambio via Bilenchi Lotti B e C” – Comune di Colle di Val d’Elsa

 

Di seguito una descrizione dei quattro interventi destinatari della premialità dell’Asse Urbano:

1. “Pista ciclabile e zona 30 in via Sangallo” – Comune di Poggibonsi

Investimento ammissibile: € 1.743.425,46

Risorse POR destinate per il co-finanziamento: € 1.394.740,36 (80%)

L’intervento, compreso nella strategia del “PIU Altavaldelsa: Città + Città = creatività inclusiva e sostenibile” prevede la riqualificazione dello spazio pubblico nell’intero comparto posto a lato di via Senese, su via Sangallo, mediante la realizzazione di una “zona 30” affiancata da un percorso ciclo-pedonale che consenta agli utilizzatori della bicicletta di muoversi in tutta tranquillità e sicurezza e mediante opere connesse funzionali a processi di fruizione della città da parte degli abitanti: il tutto con la sostenibilità ambientale e le interazioni sociali al centro del progetto. Oltre a rispondere all’obiettivo, condiviso dalle due amministrazioni titolari del PIU, di creare un sistema organico di mobilità alternativa che incentivi l’utilizzo quotidiano della mobilità dolce in ambito urbano, l’intervento consentirà un miglioramento della vivibilità della zona, sia in termini di sicurezza che di fruizione degli spazi urbani.

2. “Urban places” – Comune di Prato

Investimento ammissibile: € 1.795.185,00

Risorse POR destinate per il co-finanziamento: € 1.436.148,00 (80%)

L’operazione, proposta nell’ambito del PIU del Comune di Prato denominato “Più Prato”, prevede la riqualificazione di 5 aree verdi, poste in prossimità del Macrolotto Zero e fruite dagli abitanti del quartiere. Gli interventi riguardano in particolare: la riqualificazione del Giardino di via Vivaldi e area sgambatura cani di via Zandonai a San Paolo con inserimento di arredi, giochi, pavimentazioni, mantenimento delle alberature esistenti ed inserimento di nuovi alberi; la completa rivisitazione del Giardino di via dell’Alberaccio e del giardino di via Lorenzo da Prato a San Paolo per la realizzazione di un vero e proprio luogo centrale del quartiere, più vivibile e sicuro; la rivisitazione spaziale e funzionale del Giardino di via del Campaccio e dell’area scoperta di via dei Gobbi a Chiesanuova, con inserimento di area sgambatura cani, di attrezzature per lo sport ed il tempo libero e di un’area destinata al parkour, dedicata alla popolazione giovane e giovanissima.

Il PIU in corso di realizzazione (operazioni Medialibrary, Bar-Coworking, Mercato Metropolitano e Playground) sta producendo un nuovo modello urbano nell’area del Macrolotto Zero, attraverso la creazione di servizi e spazi di alta qualità ed interventi di qualificazione delle strade esistenti. Con gli interventi sulle aree verdi si estende il modello alle zone limitrofe, San Paolo e Chiesanuova, per incrementare il livello di qualità urbana e consentire una marcata riqualificazione di questa parte della città, innescare altri processi di rinnovamento urbano, favorire la coesione sociale, la condivisione ed il rispetto degli spazi pubblici. Gli interventi, inoltre, si collegano tra loro attraverso la rete delle piste ciclabili esistenti, in corso di progettazione e realizzazione.
3. “Mobilità sostenibile tra via Togliatti e v.le Luporini ” – Comune di Lucca

Investimento ammissibile: € 425.000,00

Risorse POR destinate per il co-finanziamento: € 340.000,00 (80%)

L’operazione prevede la realizzazione di un percorso sicuro per pedoni e ciclisti che collega le aree di intervento del PIU “Quartieri Social_Sant’Anna” alla città, andando a completare e potenziare le infrastrutture, in parte già realizzate ed in parte in avvio, che renderanno il quartiere più sicuro, più vivibile e più permeabile rispetto al tessuto urbano circostante, attraverso una rete di percorsi ciclo-pedonali che incentivano la mobilità dolce e favoriscono il miglioramento della qualità dell’aria. L’operazione è sinergica e perfettamente integrata, sia fisicamente che funzionalmente, con gli interventi del PIU già finanziati, che stanno dotando il quartiere di spazi pubblici e servizi per attività aggreganti, sportive e ricreative mediante il recupero di luoghi ed edifici in disuso o degradati, per creare una nuova centralità urbana in un’area considerata sino ad oggi degradata.

Inoltre, grazie agli interventi di mobilità già finanziati, quali la realizzazione della rotonda di Piazzale Boccherini con sottopasso ciclo-pedonale ed il prolungamento della pista ciclo-pedonale lungo l’asse viario principale di viale Puccini, ed a quelli ora previsti, si favorirà la connessione dell’area del PIU con il centro storico di Lucca mediante percorsi ciclopedonali sicuri, snellendo e razionalizzando al contempo il traffico veicolare nel quartiere.

4. “Area interscambio via Bilenchi Lotti B e C” – Comune di Colle di Val d’Elsa

Investimento ammissibile: € 371.700,45

Risorse POR destinate per il co-finanziamento: € 57.234,75 (15%)

L’intervento riguarda la realizzazione di due lotti funzionali di un progetto più ampio di completamento di un nodo di interscambio tra diverse modalità di spostamento, veicolare e ciclabile, che è posto nel centro urbano di Colle di Val d’Elsa dove si concentrano gli altri interventi del PIU Altavaldelsa: Città + Città = creatività inclusiva e sostenibile”.

Il lotto B comprende la riqualificazione dell’accesso carrabile esistente al parcheggio multipiano e la realizzazione di tre percorsi pedonali perimetrali che permettano un agevole e sicuro collegamento tra il parcheggio e le vie limitrofe, mentre il Lotto C prevede la rivitalizzazione dello spazio dell’ex binario morto, mediante la realizzazione di un nuovo percorso pedonale che ripercorre in parte il tracciato dei vecchi binari e si inserisce nel verde, fiancheggiato dal tracciato della pista ciclabile ed interconnesso con i flussi pedonali provenienti dal terminal degli autobus e da piazza Arnolfo.

I nuovi interventi dunque sono funzionali alla rivitalizzazione di questo spazio urbano di “cerniera”, attraverso la creazione di nuovi accessi e la razionalizzazione dei percorsi fra parcheggio e stazione bus, per migliorarne ed incentivarne l’utilizzo da parte degli utenti, concorrendo contestualmente alla riqualificazione e ridefinizione dello spazio pubblico in questa zona della città.

A quest’ultimo intervento sono state destinate risorse POR ad esaurimento dell’attuale disponibilità finanziaria dell’Asse VI Urbano; la Regione verificherà la possibilità di reperire ulteriori risorse per finanziare la realizzazione dell’opera, per l’intero importo richiesto dal Comune (80%).

Tag
Back to top button
Close