Quarta edizione del Da Vinci Baroque Festival

Venerdì 25 maggio i magnifici saloni della Fattoria Medicea di Calappiano a Vinci risuoneranno di armonie barocche.

Avrà così inizio la quarta edizione del Festival di musica barocca della città di Vinci.

L’occasione è l’imperdibile Gran Galà degli Amici del Da Vinci Baroque Festival, un esclusivo evento benefico in favore dell’Associazione Onlus “Noi Da Grandi” di Empoli, da anni impegnata nel sostegno sociale e sanitario a bambini e giovani affetti da disabilità.

Samuele Lastrucci

Alla grande festa barocca sono attese numerose personalità di spicco e tutti i mecenati del Festival, tra i quali non possono mancare i Cavalieri e le Dame degli Ordini Dinastici di Casa Savoia che, anche quest’anno, sosterranno l’iniziativa benefica puntualmente patrocinata dalla Consulta dei Senatori del Regno e dall’Istituto Nazionale delle Guardie d’Onore al Pantheon.

Il Da Vinci Baroque Festival 2018 entrerà poi nel vivo sabato 2 giugno con il primo dei tre appuntamenti concertistici in programma, quest’anno tutti dedicati alla musica sacra. L’inaugurazione sarà naturalmente a Vinci, nella Chiesa di Santa Croce e avrà come protagonisti il soprano Tullia Pedersoli e il violinista Davide Belosio con il loro ensemble “I Solisti Ambrosiani“. Il repertorio di questa prima serata, tutto mariano, è firmato da A. Ziani, A.Caldara, G. B. Bassani, H. Purcell e D. Buxtehude.

Sabato 16 giugno il secondo appuntamento del Festival sarà, per la prima volta, nella splendida Chiesa di San Domenico a San Miniato. In programma un viaggio nella musica liturgica di Versailles a cura del direttore artistico del Festival, Samuele Lastrucci, alla guida del suo ensemble su strumenti antichi “I Musici del Gran Principe“.

Il gran finale di questa edizione sarà venerdì 22 giugno in una location d’eccezione: la grandiosa Basilica della Ss.ma Annunziata di Firenze. Ancora una volta Samuele Lastrucci dirigerà il coro, i solisti e l’orchestra de’ “I Musici del Gran Principe” in un ambizioso programma di musica sacra di primissimo ‘700. In apertura il mottetto a 8 voci “Alleluia” di G. A. Perti, composto per il Gran Principe Ferdinando de’ Medici ed eseguito proprio nella Basilica della Ss.ma Annunziata per il genetliaco del padre Cosimo III. Questo brano verrà eseguito nella Basilica per la prima volta dalla prima esecuzione del 1709. Seguirà poi l’esecuzione del capolavoro sacro del giovane G. F. Handel, il pirotecnico “Dixit Dominus” composto a Roma nel 1707.

 

 

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close