POLITICA – Nuovi investimenti da parte di RFI per le stazioni di Chiusi Chianciano Terme e Pontedera

Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), gestore unico della rete anche in Toscana, ha stanziato assieme alla Regione Toscana 6 milioni per lavori di miglioramento e adeguamento agli standard europei nelle stazioni di Chiusi-Chianciano Terme e Pontedera.

Un nuovo sforzo da parte di RFI e nuovi investimenti per ben 6 milioni di euro in Toscana per poter rendere più sicure alcune stazioni periferiche. Il denaro sarà utilizzato per mettere in sicurezza una stazione in provincia di Pisa (Pontedera) ed un altra stazione in provincia di Siena (Chiusi-Chianciano Terme). Questo investimento rientra negli accordi pluriennali che la Regione Toscana ha stipulato con RFI, gestore delle linee locali regionali.

L’Assessore ai trasporti regionali Vincenzo Ceccarelli plaude il nuovo investimento:

“Proseguono i lavori nelle stazioni ferroviarie della Toscana secondo il percorso concordato dalla Regione con Rfi. Si tratta di un ulteriore passo in avanti nel miglioramento della qualità dei servizi, che si ottiene da un lato rinnovando i treni e dall’altro intervenendo sulla rete e sulle stazioni. Continua dunque la ‘cura del ferro’ a beneficio dei tanti pendolari che ogni giorno utilizzano il servizio regionale”.

L’investimento di 6 milioni di euro che RFI farà a breve sarà suddiviso con 3,5 milioni per la stazione senese di Chiusi-Chianciano Terme ed i restanti 2,4 milioni di euro per la stazione dell’area pisa di Pontedera.

A Chiusi-Chianciano Terme saranno realizzati quattro nuovi ascensori di ultima generazione che sostituiranno le attuali piattaforme elevatrici, garantendo quindi un collegamento più rapido ed efficiente fra i marciapiedi delle banchine 1, 2, 3 e 4. Gli stessi marciapiedi saranno innalzati per poter rispettare gli standard europei e garantire una maggiore sicurezza per i passeggeri.

Nella stazione di Pontedera l’investimento per la riqualificazione della stazione riguarderà l’innalzamento del marciapiede di servizio per i binari 4 e 5, una nuova pavimentazione e percorsi tattili a terra per gli utenti ipovedenti. Sempre nella stazione pisana, entro la primavera del 2017, è previsto l’innalzamento del marciapiede secondo gli standard europei oltre alla riqualificazione delle pensiline e dei servizi igienici ad oggi esistenti.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close

Non vendiamo pubblicità invasive

La pubblicità è la nostra unica fonte di guadagno. Disattiva Adblock e vedrai