PITIGLIANO – Bimbi e Carabinieri Forestali insieme per la Giornata Nazionale dell’Albero

Gli alunni della Scuola primaria Umberto I hanno messo a dimora alcune piantine che entrano a far parte del bosco tracciato nel progetto nazionale “Un albero per il futuro”

Pitigliano ha celebrato la Giornata Nazionale dell’Albero, grazie alla collaborazione tra Corpo dei Carabinieri Forestali di Manciano, Comune e l’Istituto comprensivo Umberto Breschi.

Nei giardini attigui alla scuola primaria, nell’ambito del progetto nazionale “Un albero per il futuro”, gli alunni hanno messo a dimora due piantine: una sughera e un alloro, dotate entrambe di QR code. Le piantine entreranno così a far parte del bosco georeferenziato “Un albero per il futuro”, promosso dai Carabinieri forestali in collaborazione con il Ministero della transizione ecologica, che prevede la messa a dimora nelle scuole di tutta Italia di circa 50mila piantine nel triennio 2020-2022.

All’iniziativa hanno partecipato il sindaco Giovanni Gentili, il vicesindaco Serena Falsetti, l’assessore alla Scuola Irene Lauretti, i  tecnici dell’unione dei Comuni Colline del Fiora, i Carabinieri forestali di Manciano, il parroco Don Giacomo Boriolol’agronomo Francesco Camarri insieme a suo padre Ugo Camarri.

Siamo tutti chiamati a fare la nostra parte per proteggere l’ambiente in cui viviamo e garantire un futuro al nostro pianeta – afferma Irene Lauretti, assessore alla Scuola del Comune di Pitigliano. Ringraziamo i Carabinieri forestali per questo bellissimo progetto che offre un’occasione importante e concreta di avvicinare i giovani alla tematica ambientale, rendendoli protagonisti di un’azione capillare, che coinvolge tanti altri loro coetanei in tutta Italia, finalizzata alla ricostruzione di una dorsale verde che contribuirà alla riduzione di anidride carbonica. Nell’occasione della Giornata Nazionale degli Alberi oltre alle due piantine del progetto ‘Un albero per il Futuro”, gli alunni hanno messo a dimora anche una terza piantina: si tratta di una Catalpa donata dal Comune di Pitigliano alla scuola per sostituire un albero che si era seccato lo scorso anno in seguito ai lavori realizzati nel giardino.”

“Quella dei carabinieri forestali è una iniziativa di sensibilizzazione efficace -aggiunge Anna Rosa Conti, dirigente scolastico – poiché si porta dietro un lavoro importante all’interno delle classi con ricadute sulla didattica. Sembrerebbe superfluo parlare agli studenti di verde in un territorio come il nostro, circondato da alberi e ricco di biodiversità, eppure è necessario farlo perché spesso le cose a portata di mano si danno per scontate. Invece i nostri giovani devono avere la consapevolezza del valore del contesto ambientale in cui vivono. L’auspicio è che dalla presenza di queste piantine nel giardino della scuola, nascano altre iniziative didattiche all’interno del plesso. Il valore aggiunto di questo progetto è l’abbinamento alla tematica ambientale della tecnologia informatica avanzata: attraverso il QR code, infatti, le piantine vengono geolocalizzate sul sito del progetto, dove un algoritmo calcola in tempo reale il quantitativo di CO2 che ogni pianta assorbe.”

Articoli correlati

Back to top button