CUCINA – L’Unione Regionale Cuochi ha premiato il “Miglior Allievo della Toscana”

La finale ha visto gli alunni di diciannove istituti alberghieri di tutta la regione sfidarsi a Scuola Tessieri

Anastasia Migliorati dell’Istituto “Artusi” di Chianciano Terme (Si) ha vinto il concorso “Miglior Allievo della Toscana 2022”.

L’iniziativa è stata promossa dall’Unione Regionale Cuochi Toscani e ha proposto una sfida tra gli studenti di diciannove istituti alberghieri di tutta la regione che, emersi dalle precedenti fasi di selezione che hanno coinvolto centinaia di ragazzi e di ragazze, si sono sfidati nella finalissima ospitata dalla Scuola Tessieri Atelier dell’Arte Culinaria a Ponsacco (Pi).

“Miglior Allievo della Toscana” era motivato dalla volontà di individuare il più promettente aspirante cuoco che avrà il compito di rappresentare i giovani della propria regione ai Campionati della Cucina Italiana 2022 in programma dal 27 al 30 marzo a Rimini. Questo prestigioso e delicato ruolo spetterà a Migliorati che ha trionfato per la sua ricetta “Lo stecco bugiardo a base di Mortadella di Prato Igp” e che potrà così godere, nonostante la giovane età, della possibilità di competere a livello nazionale. Il podio è stato poi completato dal secondo posto di Daniel Florea dell’istituto “Leopoldo II” di Grosseto e dal terzo posto di Bogdan Simigliano Vschi dell’Ipssar “Matteotti” di Pisa. «La crescita, anno dopo anno, di questa manifestazione è uno dei fiori all’occhiello della mia presidenza e, in generale, dell’Unione Regionale Cuochi Toscani – ha commentato il presidente Roberto Lodovichi. – Si tratta di un grandissimo lavoro corale che fa affidamento sul coordinamento di chef Shady Hasbun per le selezioni interne agli istituti e la competizione finale, sull’ospitalità di Scuola Tessieri, sul coinvolgimento delle undici associazioni cuochi provinciali, sulla disponibilità di docenti e di dirigenti scolastici, e soprattutto sull’entusiasmo e sulla passione di tanti giovani che si mettono in gioco. Questo viaggio nelle scuole alberghiere toscane ci porta a promuovere il nostro mestiere e ad essere ambasciatori di prodotti d’eccellenza; per gli allievi in gara, inoltre, il concorso sarà un trampolino di lancio verso la futura professione e verso l’inserimento nel mondo del lavoro anche grazie al supporto dei nostri cuochi».

Questa edizione di “Miglior Allievo della Toscana” ha registrato il record di presenze da parte degli istituti e, tra questi, la novità erano rappresentate dalle prime partecipazioni dell’Isis “Raffaello Foresi” dell’Isola d’Elba e dell’Istituto “Del Rosso-Da Verrazzano” di Orbetello (Gr). La finale si è sviluppata attraverso una giornata ricca di emozioni all’insegna di una competizione in cui è stato seguito un regolamento di gara ispirato alle manifestazioni di cucina di alto livello. Gli studenti sono stati valutati da una giuria qualificata composta da Maria Probst (chef tedesca di nascita ma fiorentina di adozione, di recentissima elezione a vicepresidente dell’Associazione Cuochi Fiorentini), Stefano Cipollini (coordinatore didattico di cucina di Scuola Tessieri), Christian Sbardella (direttore marketing del consorzio dell’Olio Extravergine di Oliva Toscano Igp), e Antonio Morelli e Giuseppe Ferraro in rappresentanza dell’Unione Regionale Cuochi Toscani. L’atto finale ha visto i ragazzi, divisi in blocchi e scaglionati in fasce orarie, prendere possesso delle loro postazioni in cucina per realizzare piatti degni dei grandi chef. La preparazione delle ricette prevedeva l’utilizzo di un prodotto dei consorzi di tutela toscani che erano stati in precedenza assegnati alle diverse scuole aderenti, rinnovando una partnership che è stata valorizzata anche dall’assegnazione di specifici premi a tema: il premio Pecorino Toscano Dop è andato a Fabio Pitti dell’Istituto “Niccolini” di Volterra (Pi), il premio Finocchiona Igp a Lorenzo Tani dell’istituto “Saffi” di Firenze, il premio Olio Toscano Igp a Aurora Di Maggio dell’Istituto “Foresi” di Portoferraio (Li), il premio Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale Igp a Shelly Pascale dell’Istituto “Minuto” di Massa, il premio Prosciutto Toscano Dop a Leonardo Pollio dell’Istituto “Fanfani-Camaiti” di Caprese Michelangelo (Ar), il primo premio Consorzio della Mortadella di Prato Igp a Gabriele Pettinelli dell’Istituto “Buontalenti” di Firenze e il premio Mukki a Aurora Fantile dell’Istituto “Fratelli Pieroni” di Barga (Lu). La finale di “Miglior Allievo della Toscana” è stata ulteriormente arricchita dalla presenza dell’assessore regionale all’istruzione Alessandra Nardini che ha assistito alle premiazioni e ha espresso il proprio compiacimento per il grande lavoro svolto dai ragazzi e dagli istituti scolastici. «Per noi è un piacere poter collaborare e sostenere questa bella progettualità rivolta ai giovani che si accingono ad intraprendere la strada della cucina – ha dichiarato Alessio Tessieri, fondatore e presidente del Gruppo Tessieri. – Siamo orgogliosi di poter contribuire ad un tratto del percorso di crescita e costruzione del futuro per gli allievi che verranno selezionati».

Back to top button