LIVORNO – Casa Carducci presenta CONDIVIDERE installazione permanente, site specific di Rudy Pulcinelli

Casa Carducci presenta CONDIVIDERE installazione permanente, site specific di Rudy Pulcinelli

“Condividere”: installazione permanente di Rudy Pulcinelli visibile dal 05 novembre a Castagneto Carducci, Livorno. L’artista toscano realizza, per la famiglia Cancellieri Scaramuzzi, proprietaria di Casa Carducci, sede associata alle dimore storiche italiane che ospitò il poeta Giosuè Carducci di cui restano vive testimonianze anche all’interno dello spazio museale a lui dedicato.

Un progetto che parla dell’importanza del condividere, dello spartire insieme con altri, di esaltare la volontà di donare senza necessariamente ricevere. Valori che l’artista ha riscontrato in questa famiglia e che si respira in modo tangibile anche nell’ambiente che ospiterà l’opera, visto che questa dimora storica è stata conservata con amore e attento rispetto, proprio per favorire una condivisione con più persone possibili, creando un ponte fra passato e futuro, con l’impegno che questo si perpetui nel tempo. Una vera e propria difesa della memoria, necessità primaria per l’evoluzione della vita. Proprio in virtù di questi valori, Maria Oliva Scaramuzzi, riferendosi all’opera scrive, “Alla Vita, tra passato, presente e futuro”.

La scultura monumentale, realizzata in acciaio corten, installata esternamente, in modo permanente nella proprietà, sarà inaugurata sabato 05 novembre, alle ore 11.30, via Giosuè Carducci, 57.

Pulcinelli con il suo lavoro cerca di mettere in luce e sottolineare il valore del dialogo, secondo lui fattore fondamentale, che purtroppo oggi sottovalutiamo o cosa peggiore, contrastiamo. La sua ricerca si concentra sul tema dell’individuo come unità di misura del valore potenziale del genere umano: nella babele contemporanea di popoli ed etnie drammaticamente consumati da lotte intestine, dove la considerazione di una vita umana diviene talvolta tristemente esigua, cerca, utilizzando grafemi e caratteri dai sette sistemi di scrittura più diffusi al mondo (latino, greco, cirillico, arabo, ebraico, cinese e giapponese) di tornare alle origini del linguaggio; a quel momento in cui tratti simbolici, intrisi di magia, plasmavano la realtà e cultura dell’umanità. I segni nelle opere si allontanano dall’uso comune che ne facciamo, la comunicazione scritta, per divenire elemento vivo e organico che interagisce con la materia e l’ambiente circostante; si arrampicano, colano, esplodono, germogliano, crescono, uniscono e identificano, muovendosi tanto indipendentemente, quanto accompagnandosi a forme geometriche, anch’esse primordiali. Il cerchio, il quadrato e le loro proiezioni tridimensionali, tanto intere quanto parziali, sono di volta in volta elementi di diversa interazione cosi segni, divenendo interlocutori ostili o accoglienti, indifferenti o amichevoli in quel dialogo di cui lo spettatore è parte integrante.

Rudy Pulcinelli (Prato, 1970. Vive e lavora Prato e Beijing)

Diplimatosi presso l’Istituto d’Arte P. Petrocchi di Pistoia, nel 1990 si iscrive alla Facoltà di Architettura presso l’Università degli studi di Firenze. Dagli anni novanta inizia anche un percorso espositivo internazionale che lo porterà ad esporre in Francia, Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Germania, Paesi Bassi, Uruguay, Thailandia, Cina, Marocco, Argentina, Brasile, Canada, Giappone, India, Turchia, Russia, Spagna e Austria. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche: University of Virginia, Charlottesville, Virginia, U.S.A.; Museo di Arte Contemporanea d’esterno, Luicciana, Prato; Museo Paolo VI Arte Moderna e Contemporanea, Brescia; Sharjah Art Museum, Sharjah, Emirati Arabi Uniti; Pinacoteca, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano; Museo Lu.C.C.A Center of Contemporary Art, Lucca; Museo Arte Contemporanea, MACA Museo de Arte Contemporáneo Atchugarry, Maldonado, Uruguay; Europol Collection, The European Police Office, Den Haag, The Netherlands, Silpakorn Art Center, Bangkok, Thailandia; Museo Baimamedo Tibetan Art Center, 798 Art Zone, Beijing, Cina; Centre d’Art Contemporain Essaouira, Essaouira, Marocco; Museo Provincial de Bellas Artes E. Pettoruti, La Plata, Buenos Aires, Argentina; Museo Be.Go. Benozzo Gozzoli, Castelfiorentino, Firenze.

CONDIVIDERE  di Rudy  Pulcinelli,  2022, installazione permanente, site specific in acciaio corten.

INAUGURAZIONE sabato 05 novembre alle ore 11.30 Casa Carducci

Via Giosuè Carducci, 57 Castagneto Carducci – Livorno francesca@scaramuzziteam.com Tel. 055 494949

Articoli correlati

Back to top button