Identità e territorio 2018. Il Parco delle Foreste casentinesi tra salvaguardia e valorizzazione

Identità e territorio 2018. Il parco delle Foreste casentinesi tra salvaguardia e valorizzazione. Sabato 28 aprile alle 15.30 nel salone dell’Ostello di Santa Sofia (FC)

Il ciclo di incontri di “Identità e territorio” si prefigge di analizzare le interazioni tra un territorio unico, per patrimonio naturale e influenze storiche, e la dimensione culturale, in senso antropologico, delle popolazioni dell’ Appennino tosco romagnolo. Questo anche al fine di riuscire ad immaginare e progettare un futuro di sviluppo e sostenibilità.

Il convegno è organizzato dall’Accademia Pasquale II, in collaborazione con il Parco, i Comuni di Galeata, Santa Sofia e Premicuore, Romagna acque e BCC (Credito Cooperativo). L’argomento cardine dell’edizione 2018 è la gestione forestale sostenibile nell’ottica della valorizzazione del territorio.

Il programma della giornata prevede l’apertura degli interventi da parte di Sergio Paglialunga, direttore del Parco nazionale, che parlerà della Foresta. Sanzio Baldini, a seguire, presidente dell’Unione nazionale per l’innovazione scientifica forestale, articolerà una “Proposta per una produzione legnosa sostenibile“.

Seguirà l’intervento di Stefano Berti (CNR – IVALSA) che, in qualità di presidente dell’omonima associazione, descriverà l’esperienza della “Foresta modello delle montagne fiorentine”.

Il valore del prodotto non legnoso. I tesori nascosti del bosco: cucina e salute” sarà il titolo dell’intervento di Augusto Tocci, già direttore incaricato dell’Istituto sperimentale per la selvicoltura di Arezzo e collaboratore di alcune celebri trasmissioni Rai come Linea verde e Uno mattina.
Mauro Neri, presidente della cooperativa Territorio ambiente e Confcooperative Forlì-Cesena, richiamerà l’attenzione degli ospiti sul ruolo che può giocare l’impresa nella valorizzazione del territorio.

La chiusura è affidata al presidente dell’ente di gestione dell’area protetta, Luca Santini, che affronterà un tema cardine del suo mandato amministrativo con l’intervento “Il Parco tra salvaguardia e valorizzazione“.

Modera il prof. Oscar Bandini, storico e studioso di cultura appenninica. 

Le caratteristiche che definiscono i modi di pensare e di relazionarsi alla natura e agli altri della gente d’Appennino contribuiscono a tutti gli effetti alla biodiversità del Parco nazionale. Identità e territorio è un appuntamento ormai irrinunciabile nell’area protetta e rappresenta una importante occasione per soffermarsi sui rapporti deterministici tra cultura e ambiente in un contesto così profondamente segnato dalla sua storia.” Luca Santini, il presidente.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close