GROSSETO – “Giochiamo a bocce insieme”, 40 atleti in gara e in festa

Successo per l’iniziativa di Federbocce Toscana dedicata alle realtà paralimpiche del territorio

Che festa a Grosseto per i bocciofili paralimpici! Circa 40 atleti con disabilità intellettivo relazionale provenienti da tutta la Regione venerdì 6 dicembre hanno preso parte a “Giochiamo a bocce insieme”, giornata che ha radunato al Bocciodromo Comunale maremmano le varie realtà toscane praticanti attività paralimpica.

La giornata è stata organizzata da Federazione Italiana Bocce Toscana con il Circolo Bocciofilo Grossetano, una delle società che ha avviato da poco l’attività paralimpica a seguito delle numerose iniziative promozionali portate avanti dalla Federazione.

Gli istruttori della società, capitanati da Domenico Aurilio con la collaborazione, e della Federazione, guidati da Mauro Gennari, delegato FIB Grosseto, e Gianni Tempesti, oltre che dal Consigliere responsabile dell’attività paralimpica Armando Martini, hanno organizzato la festa con prove di abilità a squadre ovvero attraverso giochi che riproducono i gesti tecnici di base delle bocce: accosto, bocciata a volo, bocciata di raffa. Ha diretto l’incontro il sig. Luciano Scricciolo di Grosseto. Tutte le ragazze e i ragazzi hanno preso parte ai giochi, in un’atmosfera festosa, animando le corsie con entusiasmo e voglia di partecipare.

La prova a squadre è stata vinta dall’Associazione La Provvidenza di Piombino, che si è classificata prima precedendo l’ASHA Pisa di Pontedera, l’Associazione Efesto di Rosignano e l’Associazione Skeep di Grosseto i cui volontari, guidati da Tatiana, hanno contribuito alla ottima riuscita dell’iniziativa.

La premiazione è stata effettuata in presenza del Presidente di Federbocce Toscana Giancarlo Gosti, del Presidente del Circolo Bocciofilo Grossetano Pasquale De Filippo, e dai rappresentanti dell’amministrazione comunale di Grosseto, che ha patrocinato l’iniziativa, l’assessore alle politiche sociali Mirella Milli e l’assessore allo sport Fabrizio Rossi. Ogni atleta ha ricevuto una medaglia ricordo e una maglietta. Hanno portato il loro saluto anche il delegato CIP Grosseto Cristiana Artuso e il delegato CONI Grosseto Daniele Giannini.

Questo appuntamento, così partecipato e appassionante, è stato senza dubbio un esperimento riuscito. Negli ultimi due anni Federbocce Toscana si è adoperata per diffondere la cultura paralimpica nell’ambiente bocciofilo, trovando terreno fertile sia nelle società che nelle associazioni che si dedicano a persone con disabilità. Queste sinergie positive hanno portato alla nascita di numerose realtà, sempre più in crescita, molte delle quali si sono riunite a Grosseto. “Abbiamo pensato questo appuntamento come una tappa zero, una manifestazione pionieristica che possa dare vita ad un circuito diffuso su tutto il territorio regionale, coinvolgendo tutte le province in una sorta di Campionato Regionale, dove per campionato si intende un momento di incontro e confronto tra tutti coloro che a questa attività si dedicano” ha dichiarato il Presidente di FIB Toscana Giancarlo Gosti, che ha proseguito: “I praticanti attività paralimpica sono sempre di più sul territorio, ma non ci vogliamo fermare, intendendo ampliare l’offerta sia rendendola ancora più capillare, sia cercando di diversificare l’attività a seconda delle diverse abilità, per un maggiore divertimento e beneficio”.

Ragazze e ragazzi, istruttori, accompagnatori e famiglie si sono riuniti poi a tavola per un pranzo conviviale organizzato dai soci del Circolo Bocciofilo Grossetano, poi nel pomeriggio hanno proseguito giocando tutti assieme, e alla fine si sono salutati dandosi appuntamento alla prossima iniziativa.

Tag
Back to top button
Close