Firenze, giovane immigrato di un centro di accoglienza trova in strada un portafoglio e lo restituisce

Il ragazzo si è subito recato al Commissariato di Rifredi dove il proprietario lo ha personalmente ringraziato insieme agli agenti

La Polizia di Stato fiorentina ieri è stata testimone di un gesto di grande onestà e senso civico che ha visto come protagonista un giovane disoccupato guineano di nome Malan.

In tarda mattinata il ragazzo, appena 19enne, si è presentato da solo al Commissariato di Rifredi, con in mano un voluminoso portafoglio pieno di soldi, raccontando ai poliziotti di averlo trovato poco prima in strada, tra via Pistoiese e via Baracca.

Gli agenti hanno subito verificato che oltre a quasi 300 euro in contanti, l’oggetto conteneva al suo interno anche i documenti di quello che poteva molto verosimilmente esserne il legittimo proprietario.Passati una decina di minuti, quest’ultimo – un 40enne fiorentino – ha bussato alla porta dell’Ufficio Denunce dicendo proprio di aver smarrito in giornata il proprio portafogli, dopo aver effettuato un prelievo di denaro in banca.

Messo a conoscenza del gesto del cittadino straniero, l’uomo ha voluto incontrarlo e ringraziarlo personalmente. Malan, si troverebbe in Italia da pochi anni durante i quali avrebbe sempre cercato di rimboccarsi le maniche con lavoretti saltuari. Attualmente è ospite del Centro Polifunzionale Paci-Sai di via Caccini, dove è seguito dal personale di questa struttura di accoglienza fiorentina. La notizia è stata appresa dagli educatori con profonda soddisfazione e compiacimento per Malan che sogna anche di trovare presto un lavoro come giardiniere, attraverso il quale poter esprimere il suo “pollice verde”.

Articoli correlati

Back to top button