FIRENZE – Genius Loci: alla Scoperta di Santa Croce tra musica e spettacoli

Ultimi appuntamenti con Stefano Massini e Whisky Trail, John Greaves, Dimitri Grechi Espinoza, Oliphantre

Stefano Massini e Whisky Trail tra cuore e mente, John Greaves e Annie Barbazza tra prog-rock e poesia, Dimitri Grechi Espinoza e Paolo Ninfa tra suoni e immagini, l’astro del jazz Leila Martial con il trio Oliphantre e il concerto all’alba del Ghimel Trio. Si conclude venerdì 24 e sabato 25 settembre, con una lunga serata e un’appendice mattutina, il festival Genius Loci in programma nel Complesso monumentale di Santa Croce, a Firenze.
L’iniziativa è organizzata da Controradio, Controradio Club e Opera di Santa Croce, in collaborazione con associazione culturale La Nottola Di Minerva, con il contributo del Comune di Firenze per Estate Fiorentina 2021, il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, il supporto di Gucci.

Inaugurano alle 20.45 il sassofonista Dimitri Grechi Espinoza e il fotografo Paolo Ninfa con “Sulle tracce della spiritualità”, multi-proiezione sonorizzata dal vivo per ritrovare gesti antichi e la quotidianità del trascendente in tutto il mondo.
Lo scrittore e drammaturgo Stefano Massini trae ispirazione dalle suggestioni del luogo per intrecciare “narrazioni che toccano il cuore e la mente”, accompagnato dalle musiche dei Whisky Trail: una riflessione su emozioni, sentimenti, zone d’ombra della nostra epoca, viste con occhi diversi.

Altro connubio tra musica e parole, quello proposto dall’alfiere della scena progressive di Canterbury, John Greaves, (già Henry Cow e National Health) e dalla polistrumentista Annie Barbazza: tra James Joyce e Robert Wyatt, tra Paul Verlaine e l’alt-rock britannico.
E ancora, la voce dell’astro francese del jazz Leila Martial, sul palco di Genius Loci con il trio Oliphantre – Francesco Diodati alla chitarra e Stefano Tamborrino alla batteria – una musica che ha il sapore dello sconosciuto, intrisa di improvvisazione e suggestioni hip hop, rock e melodici lirismi.

Genius Loci si chiude all’alba di sabato (ore 6) nel meraviglioso Chiostro del Brunelleschi con il concerto del Ghimel Trio: Daniele di Buonaventura al bandoneon, Elias Nardi all’oud e Ares Tavolazzi al contrabbasso. Il sole fa capolino tra atmosfere ethno-jazz e jazz, derive psichedeliche e schegge di minimalismo. Non manca un omaggio all’indimenticato Demetrio Stratos.

“Tra Memoria e Futuro” è il fil rouge della quarta edizione di Genius Loci, festival che, tra spettacolo e talk show, invita il pubblico alla scoperta del Complesso monumentale di Santa Croce (piazza S. Croce – Firenze) e del suo genius loci, sulle orme di artisti, teologi, religiosi, letterati, umanisti e politici di cui, in questo luogo simbolo, si custodisce e si rende attuale la memoria per le generazioni che verranno.

Genius Loci si svolge in sicurezza e secondo le normative vigenti anti-Covid. Si accede con Green Pass.
Controradio segue la serata con collegamenti in diretta radiofonica (FM 93.6 – 98.9 e in streaming su controradio.it e con l’app Controradio Firenze) e proporrà, nei giorni successivi video e contenuti del festival sulla propria piattaforma cross-mediale EDO – Eventi Digitali Online.
L’ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti. Prenotazioni obbligatorie sul sito eventbrite.it – genius loci.

Articoli correlati

Back to top button