FIRENZE – Didacta Italia, l’innovazione della scuola italiana torna alla Fortezza da Basso

Oltre 250 eventi formativi, più di duecento aziende leader nella filiera dell’istruzione e alcune novità assolute: 6 dipartimenti per mostrare agli insegnanti ambienti speciali e innovativi della scuola del futuro, uno spazio dedicato all’educazione motoria e al valore educativo dello sport, un’area green, dedicata all’educazione all’ecosostenibilità nelle scuole.

Riparte così Didacta Italia, il più importante appuntamento fieristico nazionale dedicato all’innovazione della scuola, che dopo la versione interamente online nel 2021 causa pandemia segna il ritorno in presenza alla Fortezza da Basso di Firenze.

La quinta edizione si svolgerà dal 20 al 22 maggio prossimi. Sarà dedicata a Maria Montessori, una delle personalità più importanti a livello mondiale nel settore dell’educazione dell’infanzia. Conosciuta al grande pubblico come educatrice e scienziata di straordinaria originalità e innovazione, il metodo educativo, che prende il suo nome, è considerato uno dei principali esperimenti di “scuola nuova” adottato in molti paesi del mondo.

Fiera Didacta Italia ha l’obiettivo di favorire il dibattito sul mondo dell’istruzione tra gli enti, le associazioni e gli imprenditori, per creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore.

Gli eventi formativi, tra convegni, workshop immersivi e seminari, sono progettati su numerose tematiche, dall’ambito scientifico e umanistico a quello tecnologico, fino allo spazio dell’apprendimento. Il programma è suddiviso per tipologie di attività rivolte a dirigenti, insegnanti delle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e di secondo grado, mondo della ricerca e universitario.

Durante la tre giorni di mostra, oltre alle attività formative, i partecipanti potranno visitare una ricca sezione espositiva con oltre 200 aziende presenti leader della filiera della scuola e dell’istruzione: dal settore dell’editoria alle tecnologie informatiche di ultimissima generazione, dall’arredo alla refezione. Saranno presenti anche numerose istituzioni nazionali e internazionali, strutture scientifiche e culturali, università, scuole, associazioni, imprese, fondazioni e musei.

Per quanto riguarda le innovazioni di questa quinta edizione la creazione di 6 dipartimenti che mostreranno agli insegnanti ambienti speciali e innovativi della scuola del futuro. Il dipartimento umanistico offre ai docenti l’opportunità di sperimentare come si costruiscono percorsi di apprendimento sui saperi del curricolo. Nel dipartimento scientifico sono previste aree arredate e attrezzate in modo innovativo, per far capire come gli spazi, le tecnologie e le metodologie didattiche siano parte integrante di un’unica e coerente visione educativa; il dipartimento artistico è un palcoscenico dove sono proposti workshop su danza e teatro, arti visive e artigianato artistico, musica di vari generi e scrittura rap. Nel dipartimento 0-6 vengono progettati percorsi educativi e di crescita, per rispondere efficacemente ai tempi di crescita di ciascun bambino; nel dipartimento di scuola primaria i docenti possono sperimentare sia come modificare le architetture scolastiche per orientarle all’apprendimento, sia il ruolo degli studenti che utilizzano tali spazi innovativi. Infine, il sesto dipartimento riguarda le biblioteche scolastiche innovative: un variopinto spazio di apprendimento, diverso da quello tradizionale scolastico, che si aprirà ai docenti come un’area colorata, flessibile, impilabile, morbida, scomponibile, modificabile, digitale e in grado di stupire.

L’apertura della quinta edizione di Didacta sarà segnata dall’esibizione dell’Orchestra Erasmus nel Salone de’ Cinquecento in Palazzo Vecchio, giovedì 19 maggio alle 19,00, organizzato dall’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire in collaborazione con il Conservatorio di Musica “L. Cherubini” di Firenze (per partecipare, occorre registrarsi on line).

“Siamo molto felici di tornare a ospitare in presenza Didacta e di essere membri del comitato organizzatore di una manifestazione che è sempre più punto di riferimento per il mondo della scuola e per il futuro dell’istruzione – dichiara l’assessora a istruzione, lavoro, formazione, Università e ricerca della Regione Toscana, Alessandra Nardini -. La Regione Toscana sarà presente, grazie anche al contributo del Fondo Sociale Europeo, con il suo stand e presenterà numerose attività ed eventi su vari temi. Voglio sottolineare anche, in qualità di Coordinatrice della XI Commissione Lavoro e Formazione professionale della Conferenza delle Regioni, che è tutto il mondo delle istituzioni regionali a partecipare a questo appuntamento in un apposito spazio denominato “La scuola delle Regioni”, che avrà anche il patrocinio della Conferenza delle Regioni”.

“L’edizione di quest’anno è intitolata a Maria Montessori, da cui raccogliamo oggi il testimone – afferma Giovanni Biondi, Presidente del Comitato Scientifico di Didacta –. Montessori è stata un’innovatrice che ha cercato di trasformare il modello scolastico basato sullo studio del libro di testo, sull’ascolto della lezione frontale e sulla centralità dell’insegnante, spostando l’attenzione sullo studente e passando da un modello basato sulla trasmissione del sapere a una modalità di apprendimento orientata alla costruzione delle conoscenze. La stessa cosa proveremo a fare a Didacta, attraverso sei Dipartimenti – tre per le scuole superiori, uno per la primaria, uno per lo 0-6 e uno dedicato alle biblioteche scolastiche innovative – e oltre 250 attività formative che coinvolgeranno direttamente gli insegnanti in attività laboratoriali”.

“La quinta edizione di Didacta – sottolinea Anna Paola Concia, coordinatrice del comitato organizzatore della manifestazione – è dedicata a Maria Montessori, una delle più grandi pedagogiste che il mondo ci invidia e che ha ispirato tantissimi educatori e educatrici. Montessori fu una grande innovatrice e la mission di fiera Didacta Italia ha delle grandi assonanze con la sua opera di studio e ricerca. Domenica 22 maggio sarà il Montessori Day e abbiamo pensato a due specifici eventi: la mattina un convegno con esperti nazionali e internazionali, e il pomeriggio uno spettacolo teatrale. Ci auguriamo le insegnanti e gli insegnanti italiani possano raggiungere Firenze in tantissimi per partecipare a questa quinta edizione che finalmente torna in presenza”.

“L’Ufficio Scolastico Regionale – afferma Ernesto Pellecchia, direttore dell’Ufficio scolastico regionale della Toscana – è lieto di far parte di questo importante evento che offre a tutti gli attori del mondo scuola un confronto diretto su temi di grande attualità che investono la formazione. La presenza sul nostro territorio dimostra quanto sia forte l’attenzione di tutti gli enti coinvolti verso l’utilizzo di tecnologie che nella prassi didattica da un lato è correlata al digitale e alle tecnologie, ma dall’altro continua ad essere ricerca, sperimentazione di nuove prassi educative e adozione di metodologie attive, partecipative e laboratoriali efficaci”.

Per Sara Funaro, assessora Educazione e Welfare Comune di Firenze: “L’edizione che è stata presentata stamani è importante perché è quella della ripartenza in cui verranno affrontate tante tematiche di rilievo del mondo della scuola da un punto di vista formativo e innovativo. Siamo orgogliosi che la nostra città possa ancora una volta essere la capitale della scuola, laboratorio virtuoso e straordinario di nuove idee e iniziative da far crescere e incentivare sempre più”.

“Siamo orgogliosi di ospitare nuovamente in presenza all’interno del nostro quartiere fieristico Fiera Didacta Italia, la più grande fiera italiana dedicata al mondo della scuola – dichiara Lorenzo Becattini, Presidente di Firenze Fiera –. Per tre giorni consecutivi Firenze, con la Fortezza da Basso, torna a essere capitale della formazione e dell’innovazione scolastica, crocevia di ricerche, saperi e nuove tecnologie alla base della scuola del futuro. Il successo delle precedenti ci spinge a proseguire sulla strada intrapresa e a continuare a investire, a fianco del Ministero dell’Istruzione, di Indire, degli altri partner istituzionali e delle aziende partecipanti, sui processi di crescita educativa del nostro Paese”.

FIERA DIDACTA ITALIA è organizzata da Firenze Fiera con il coordinamento scientifico di Indire, e con un comitato organizzatore composto da Ministero dell’Istruzione, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, ITKAM e Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

web: https://fieradidacta.indire.it/it/

Articoli correlati

Back to top button