ENERGIA – Enel Green Power a Pontecosi (LU) avvia attività per il miglioramento della sicurezza idrogeologica

Enel Green Power informa di aver avviato l’attività per lo sfalcio e la cura della vegetazione all’interno dell’invaso di Pontecosi (LU), con particolare riferimento all’isolotto che si trova in prossimità dell’area iniziale del lago, finalizzata al miglioramento della sicurezza idrogeologica.

Si tratta di un intervento che Enel Green Power aveva concordato con le Istituzioni ed annunciato recentemente, in attesa del più strutturale progetto di rimozione sedimenti in fase autorizzativa. I lavori si svolgono con ditta specializzata, nel rispetto dell’avifauna presente e con un’attenzione particolare alla biodiversità. Nel dettaglio, i tecnici operativi stanno effettuando la rimozione meccanica della parte di vegetazione presente nell’alveo, nei pressi dell’abitato di Pontecosi. Le operazioni si concluderanno entro la fine di ottobre.

L’invaso di Pontecosi, infatti, negli scorsi anni è stato oggetto di un progetto sperimentale per la rimozione dei sedimenti in continuo. L’attività si è conclusa nella prima parte del 2021 fornendo risultati utili alla sperimentazione innovativa che ha visto Pontecosi essere uno degli impianti pilota a livello europeo. Successivamente, anche grazie ai dati rilevati durante lo svolgimento del progetto sperimentale, Enel Green Power si è attivata per la realizzazione di un apposito Piano Operativo di intervento per la gestione dei sedimenti, sostenibile sia per quanto riguarda la sicurezza idrogeologica sia per quanto concerne gli aspetti ambientali, faunistici e paesaggistici.

Pontecosi lavori cantiere

Il progetto di rimozione sedimenti è stato sottoposto alla valutazione degli enti competenti e nei giorni scorsi si è concluso con esito positivo l’iter autorizzativo. Pertanto, nel 2023 il programma potrà trovare attuazione insieme ad un importante intervento manutentivo di adeguamento sismico della diga che prevede la vuotatura completa dell’invaso. In ogni caso, qualsiasi operazione di svaso sull’asta del Serchio relativa ad impianti a monte di Pontecosi sarà organizzata prevedendo iniziative di miglioramento per lo stesso lago di Pontecosi, anche in base alle indicazioni e alle autorizzazioni degli enti competenti.

Enel Green Power segnala, peraltro, di aver effettuato a settembre 2021 operazioni di manutenzione e restyling dello sbarramento idroelettrico di Pontecosi, consistenti nella sostituzione di alcune apparecchiature di comando dell’organo di scarico e nella conservazione delle opere civili del cosiddetto scivolo dello stesso scarico. Nell’occasione sono stati eseguiti anche controlli tecnici specialistici alle paratoie e rilievi topografici per la digitalizzazione della zona apicale dell’invaso.

L’attenzione per l’invaso di Pontecosi, così come per tutti gli impianti e le opere idrauliche gestite da Enel Green Power, è sempre stata massima e ogni azione si è svolta in dialogo con le Istituzioni. Gli interventi manutentivi e di ottimizzazione tecnologica promossi da Enel Green Power, oltre che a criteri ambientali, rispondono sempre a principi di sicurezza e di sostenibilità ambientale. Attualmente il lago artificiale di Pontecosi – che con le sue acque alimenta la centrale idroelettrica di Castelnuovo Garfagnana – è nel normale assetto di esercizio.

Nell’ambito idroelettrico, Enel Green Power gestisce in Toscana 13 dighe, 3 sbarramenti e 32 centrali concentrate soprattutto in due bacini idrografici: quello del Serchio, nei territori provinciali di Lucca e Pistoia, le cui acque vengono invasate principalmente nel serbatoio di Vagli per un totale complessivo di circa 29 Mmc, e il bacino dell’Arno, in provincia di Arezzo, le cui acque vengono invasate a La Penna e Levane per un totale complessivo di circa 8,7 Mmc. Gli impianti idroelettrici Enel Green Power della Toscana hanno una potenza efficiente di 250 MW e producono ca 550 GWh annui, in relazione alla disponibilità della risorsa idrica.

Articoli correlati

Back to top button