Comprare un’automobile usata, modalità d’acquisto e consigli

In un mercato segnato dall’emergenza sanitaria, l’inizio di questo 2020 non ha di certo regalato notizie positive per molti settori, in particolare per il comparto automotive. Il lockdown ha infatti causato diversi problemi al mercato automobilistico, con le grandi case che hanno faticato non poco. Il calo delle vendite è stato una conseguenza logica del confinamento forzato a casa, in quasi tutte le regioni, Toscana compresa.

Eppure adesso arrivano i primi segnali di ripartenza, quantificati dalle ricerche di settore e da alcuni modelli che vendono più di altri. Nella nostra regione, per fare un esempio, sono aumentate le vendite relative alla Lancia Ypsilon e alla Jeep Renegade, insieme ad altre vetture molto apprezzate come la Mercedes Classe A e la 500L, anche di seconda mano. Prima di procedere all’acquisto, però, bisogna farsi una serie di domande e muoversi con cautela.

Modalità d’acquisto: il prestito e i primi passi

Partiamo dal primo consiglio: quantificare al meglio un budget e, in caso, integrarlo. Chi deve acquistare una vettura ha la possibilità di integrare il proprio budget con un finanziamento, ed è una soluzione valida pure per le automobili di seconda mano. È dunque possibile approfittare ad esempio dei prestiti, così da abbattere la spesa iniziale spalmando il pagamento in varie rate. Proprio la rateizzazione rappresenta una delle opzioni più convenienti. Per fare un esempio concreto, i prestiti online di Younited Credit si possono richiedere in poco tempo, e senza passare da troppi intermediari. In questo modo si potrà disporre del budget necessario, con l’ausilio del web. Inoltre, è bene sottolineare che oggi le automobili usate diventano un investimento molto più conveniente, rispetto al recente passato. Questi modelli possono infatti avere le dovute garanzie, anche da parte del venditore.

Consigli prima di acquistare un’automobile usata

La convenienza non deve comunque far abbassare la guardia. È infatti importante seguire alcuni consigli, come valutare quali sono le reali condizioni del veicolo, dunque approfondire i controlli andando oltre la carrozzeria, e verificando il motore e le altre componenti meccaniche o elettroniche. Il controllo dovrebbe essere affidato ad un professionista, e include anche la verifica del contachilometri, per evitare le truffe.

Un secondo consiglio riguarda lo studio degli annunci, dato che non è raro imbattersi in occasioni molto convenienti ma tali solo in apparenza. In primo luogo, bisogna diffidare sempre dei prezzi troppo bassi, perché con tutta probabilità nascondono dei gravi problemi della vettura. Inoltre, è bene controllare di persona l’auto e non basarsi solo su foto e descrizione. Occhi ai dettagli: catene per l’inverno (fondamentali in alcune zone), e altri piccoli particolari che possono far capire molto del precedente proprietario, e della cura con cui teneva la propria auto.

L’ultimo suggerimento prezioso verte sulla scelta dell’alimentazione. In questo caso si suggerisce di prendere una decisione prima di valutare le opzioni presenti sul mercato delle auto usate, così da evitare di perdere tempo con i modelli che non appartengono alla categoria selezionata. Ed è chiaro che sono le esigenze di trasporto personali a determinare la tipologia di alimentazione migliore.

Back to top button