CASENTINO – Carabinieri di Bibbiena sventano furto in abitazione: fermati due giovani incensurati del posto

Non si abbassa la guardia dei Carabinieri del Casentino in termini di prevenzione dei furti in abitazione, che, seppur in calo in termini numerici nell’ultimo periodo, rappresenta motivo di estrema preoccupazione per i cittadini.

Quotidianamente la Compagnia di Bibbiena impiega i suoi Carabinieri in un dispositivo di pronto intervento, coordinato dalla locale centrale operativa in grado di coprire h24 l’intera vallata casentinese, da sud a nord fino alle località più remote e difficilmente raggiungibili.

Grazie alla capillare copertura, i servizi di controllo del territorio, ieri pomeriggio, hanno permesso di sventare un furto in un’abitazione del comune di Castel San Niccolò.

Intorno alle 16:30, alla centrale operativa 112 di Bibbiena, è pervenuta un’allarmante segnalazione: due giovani erano stati notati mentre si introducevano all’interno di una proprietà, nella quale si sono diretti verso un garage ed un appartamento. I due avevano già tirato fuori dal garage due mini moto e le stavano conducendo verso l’esterno. Non ancora soddisfatti della refurtiva hanno tentato quindi di forzare la porta di ingresso dell’appartamento.

In quel momento, la Centrale Operativa, in contatto con il cittadino che aveva segnalato il furto in atto, ha inviato sul posto un vicino equipaggio della Stazione di Poppi che unitamente ai colleghi dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Pratovecchio si sono precipitati sul posto a sirene spiegate.

I due giovani, casentinesi e incensurati hanno desistito dal tentativo di forzare la porta dell’appartamento e ammesso le proprie responsabilità. La refurtiva, ovvero le due mini moto sono tornate nella disponibilità del proprietario e per i due è scattata una denuncia per tentato furto in abitazione in concorso, reato certamente grave anche se la posizione dei due, al momento, è stata definita “a piede libero”.

Articoli correlati

Back to top button