CALCIO – Coppa Italia Femminile. Cuore Empoli, la Juve vince di rimonta

Finisce con un pirotecnico 4-5 la sfida di andata dei quarti di finali di Coppa Italia tra Empoli Femminile e Juventus. Le azzurre di mister Spugna sono state autrici di una prova veramente da applausi e sono andate in vantaggio addirittura di due gol in due circostanze.
La sintesi del match.Le bianconere (in maglia arancione da trasferta in questa partita) cominciano forte con subito una conclusione di Staskova che non impensierisce minimamente la difesa azzurra. Al secondo minuto ci prova Zamanian, ma Noemi Fedele fa buona guardia. Ancora la portiera dell’Empoli sventa una conclusione di Bonansea, spedendo in corner. Nei primi 15 minuti di assedio bianconero l’Empoli è tutto dietro nel coprire gli spazi difensivi e giocando in contropiede sfruttando gli spazi concessi, fino al minuto 38. Le toscane si procurano un calcio di punizione interessante dal limite dell’area. Benedetta (Glionna) sfodera la maledetta, parafrasando Andrea Pirlo, e porta in vantaggio l’Empoli direttamente su calcio di punizione. La gioia del gol però dura pochissimo, Staskova di fisico protegge palla e serve Pedersen che a sua volta cede il pallone all’accorrente Lisa Boattin che col mancino sfodera un siluro a fil di palo su cui Fedele nulla può. Per la terzina della Juventus e della nazionale italiana si tratta del ritorno al gol dopo quasi 3 anni. Il finale di primo tempo riserva ancora una forte emozione ed è di nuovo punizione per l’Empoli dai 30 metri. Ci va ancora Benedetta Glionna che da posizione centrale calcia, Bacic tocca appena ed il pallone finisce in rete per il 2-1 empolese con cui si va negli spogliatoi. 
Il secondo tempo si apre come si era concluso il primo, ancora punizione per le azzurre, stavolta dal vertice sinistro dell’area, e ancora Glionna la mette dentro per la sua tripletta personale, con la complicità dell’incerta portiera juventina Bacic. 3-1 per l’Empoli, dunque, e sembra una partita indirizzata per il binario giusto. La Juve inevitabilmente si tuffa tutta in avanti e ci prova con Boattin su punizione e Noemi Fedele (dopo Glionna,una delle migliori delle azzurre) devia in calcio d’angolo. Poco dopo Bonansea si invola sulla sua corsia mette in mezzo per Hurtig che, con Fedele in uscita, non trova la porta. Preludio comunque al gol della Juve che arriva poco dopo, Boattin serve Annahita Zamanian che da fuori calcia una conclusione che beffa Fedele e la compagine piemontese accorcia le distanze: 3-2. La partita si fa scoppiettante con ripartenze da una parte e dall’altra . Al minuto 74 il momento in cui sembra fatta per le ragazze di Spugna: Glionna parte di contropiede, Polli serve l’accorrente Dompig che scarica in porta, Bacic para ma sulla respinta l’attaccante olandese non perdona e segna il gol del 4-2 dell’Empoli. Rita Guarino getta nella mischia Cristiana Girelli e infatti, poco dopo, cross di Bonansea, Girelli di testa e Fedele è bravissima nel respingere sulla traversa la conclusione  dell’attaccante bianconera. Assedio totale ovviamente premiato col gol di Staskova che è più rapace di tutta la difesa empolese e scarica in porta il 3-4. Juve che con molta fatica, ma comunque con tanta grinta, prende in assedio la porta delle giocatrici dell’Empoli veramente stremate e poco dopo, al 78′, il team toscano capitola: su calcio d’angolo, Girelli si riscatta e realizza di testa il gol del 4-4. La Juve ora ci crede e Hurtig da fuori mette paura alla difesa empolese con un tiro a giro che finisce fuori. Alla fine le bianconere sono premiate con il gol partita di Cecilia Salvai di testa che svetta su punizione al minuto 87. Finisce così, 5-4 per la Juve, ma onore ad un grande Empoli che merita gli applausi per la partita giocata alla pari contro la squadra più forte d’Italia. Mister Spugna deve essere orgoglioso per la prestazione stupefacente delle sue ragazze. Per il discorso qualificazione è tutto apertissimo in vista della gara di ritorno del 13 febbraio a Vinovo. Ma in attesa del ritorno di coppa Italia, ora si pensa al campionato e sabato prossimo si replica nuovamente contro la Juventus e sempre qui a in terra empolese per un pronto riscatto.
Nell’altro quarto di finale giocato ieri, l’Inter si è preso la rivincita sulla Fiorentina. Dopo il beffardo 2-3 in campionato, le nerazzurre hanno battuto le viola per 2-0. In gol Bartonova e Moller Hansen.

Walter Giordano 

Articoli correlati

Back to top button