AREZZO – Folclore e tradizione: torna la Sagra della Nana di Montagnano

La tradizionale festa del piccolo paese della Valdichiana sarà da giovedì 16 a domenica 26 settembre

Folclore e cucina unite nella Sagra della Nana di Montagnano.

La tradizionale festa di fine estate del piccolo paese nel cuore della Valdichiana è giunta alla quarantanovesima edizione e, da giovedì 16 a domenica 19 settembre e da giovedì 23 a domenica 26 settembre, tornerà a proporre una delle più partecipate feste del territorio aretino con una formula riadattata per l’attuale periodo di emergenza sanitaria.

I dieci giorni dell’evento saranno un’occasione di valorizzazione di alcuni piatti tipicamente contadini tramandati di generazione in generazione, con un programma in cui la gastronomia si fonde con iniziative collaterali quali la passeggiata Camminana di domenica 19 settembre e la corsa podistica Montagnanata di giovedì 23 settembre. La Sagra della Nana sarà anticipata dalla prima edizione della cena “La nana si veste da sera” di mercoledì 15 settembre che proporrà un percorso gastronomico tra vini e prodotti a chilometro zero, poi nelle serate successive sarà possibile cenare su due turni alle 20.00 e alle 21.30 scegliendo tra un menù che trova il proprio piatto forte nella cucina a base di nana. A organizzare l’evento è il Comitato Festeggiamenti Paesani Montagnano che riunisce numerosi giovani del paese e che, anno dopo anno, rinnova volontariamente il proprio impegno nel mantenere vive le tradizioni locali e nel condividere il clima di festa e di entusiasmo che da sempre costituisce l’elemento caratterizzante della comunità di Montagnano.

Per cenare e per partecipare alle diverse iniziative sarà obbligatoria la prenotazione a partire da lunedì 6 settembre contattando il 351/03.78.697 e la presentazione del Green Pass per tutelare la salute dei commensali, dei volontari e, in generale, della comunità di Montagnano. In quest’ottica, gli organizzatori hanno rinnovato l’appuntamento anche con il fortunato format della “Sagra della Nana da asporto” previsto per la prima volta nell’estate del 2020 con la possibilità di prenotare, di ritirare e di gustare direttamente a casa i piatti del menù. «La Sagra della Nana – commenta Vittorio Brilli, presidente del comitato organizzatore, – è un appuntamento immancabile per ogni appassionato delle tradizioni e della cucina contadina locale. L’emergenza sanitaria ha costretto a limitare il programma, ma siamo felici di essere tornati ad organizzare dopo un anno di stop uno degli eventi più partecipati di Montagnano».

Articoli correlati

Back to top button