VERSILIA – Cultura, a Pietrasanta la prima Cassetta Poetica

Pietrasanta, città natale di Giosuè Carducci, è stata installata la prima cassetta postale poetica.

La poesia è ora pronta a contaminare tutta la Versilia con l’iniziativa di GoVersilia, realizzata in collaborazione con il Comune di Pietrasanta, per promuovere la scrittura come momento di approfondimento spirituale e promozione del territorio.

La cassetta postale è stata installata sulla terrazza panoramica del Belvedere, a fianco della panchina gigante Big Bench Salvia, luogo di ispirazione per antonomasia con vista su tutta la costa.

L’iniziativa fa parte del più ampio progetto del concorso fotografico e letterario “Per mare per terram”, rivolto a tutti coloro che amano la terra in cui vivono durante l’inverno. Tutti, dopo una bella passeggiata, potranno imbucare la propria poesia nella cassetta poetica, che sarà poi “spedita-pubblicata” sulle testate del gruppo GoVersilia.

Gruppo che è fortemente impegnato nella promozione del territorio con i numerosi contest fotografici-letterari, prosegue con questa bella iniziativa che parte dalla città di Pietrasanta per toccare tutta la Versilia.

Si spera che la cassetta poetica potrebbe divenire addirittura motivo di pellegrinaggio poetico sul Belvedere della Rocca di Pietrasanta.

Alla domanda perché proprio Pietrasanta, è il Presidente di Goversilia Katia Corfini, ideatrice del progetto, a rispondere: “perché Pietrasanta è l’anima artistica della Versilia. E’ una città dove si respira arte e cultura un po’ ovunque, anche se nulla manca agli altri comuni della Versilia. Pensate, ad esempio, al busto del poeta nell’omonima Piazza Shelley nel Comune di Viareggio. Viareggio è stata l’ultima terra in cui il poeta inglese ha speso il suo ultimo giorno. Luogo, dove naufragò e dove fu fatto il rito funebre sulla vicina spiaggia.

Ecco perché è intenzione di GoVersilia posizionare una cassetta poetica in ogni comune della Versilia.

L’idea di una cassetta postale poetica nasce dall’abitudine di molti che non usano social di scrivere i loro pensieri su carta.

La poesia poi ne guadagna in romanticismo – spiega ancora Corfini – cosa che ci è stata fatta notare anche da persone molto giovani. Abbiamo scoperto infatti che scrivere d’amore su carta: che sia per la persona amata o la terra in cui affondano le nostre radici, assume una connotazione romantica d’altri tempi. Forse perché le cose importanti nella vita di un essere umano sono sempre le stesse. E perciò questa volta abbiamo deciso di parlare dell’amore per la propria terra e di poterlo scrivere su un foglio di carta, così come lo hanno fatto, anche i grandi poeti del passato”.

Al termine del concorso tra le poesie selezionate alcune verranno premiate ed interpretate da attori teatrali. Inoltre le stesse verranno pubblicate nei social sul gruppo di GoVersilia, dove è presente il regolamento e le modalità di partecipazione.

Un ringraziamento speciale va ad Adamo Pierotti, l’artigiano che ha realizzato la cassetta postale: “il suo tocco artistico ha reso una semplice cassetta postale una piccola opera d’arte. E vorrei anche ricordare quello che ha risposto uno dei nostri membri della giuria ad un iscritto GoVersilia che diceva di non saper scrivere poesie: Vai alla Rocca di Pietrasanta, osserva Piazza del Duomo al tramonto e lascia scorrere quello che provi nei tuoi pensieri. Scrivili, quella sarà poesia, qualunque cosa tu abbia scritto”.

Vi ricordiamo che anche Il concorso ‘Per mare per terram’ fa parte del “Circuito post-cards-cartoline Goversilia” ideato e promosso dal gruppo. Gli utenti con un semplice click possono trasformare i loro scatti in cartoline ed inviarle ovunque nel mondo materializzando le loro immagini e le loro poesie.

Articoli correlati

Back to top button