Un 2022 positivo per la robotica “made in Arezzo” di Fenix Automation

L’azienda chiude un anno scandito da crescita dei fatturati, nuove assunzioni e internazionalizzazione

Crescita dei fatturati, assunzioni, nuovi prodotti e internazionalizzazione. Il 2022 è stato un anno particolarmente positivo per l’azienda aretina Fenix Automation che è riuscita ad affermarsi tra le più dinamiche realtà italiane nel settore della robotica industriale, dando il via a un percorso di crescita e di sviluppo che troverà seguito negli ambiziosi progetti presentati per il 2023. Tecnici e ingegneri hanno unito le rispettive competenze con la volontà di configurare Arezzo come un hub per la progettazione e realizzazione di soluzioni all’avanguardia per l’automazione meccanica, elettronica e informatica dei processi produttivi, con la costituzione di un centro di alta tecnologia in via Calamandrei che è oggi diventato un punto di riferimento per numerose realtà italiane e estere.

L’ultimo anno è stato caratterizzato da una globale difficoltà nell’approvvigionamento della componentistica per i macchinari, ma Fenix Automation ha dimostrato comunque organizzazione e capacità per far fronte a questa problematica e per chiudere l’anno con un importante miglioramento del fatturato di oltre il 10% rispetto al 2021. Questa crescita è stata possibile in virtù di un consolidamento nel mercato italiano e di una crescita della rete commerciale in nuovi mercati con l’avvio di esportazioni verso aree come l’Est Europa o il Nord Africa, con competenze, esperienze e flessibilità per rispondere alle esigenze specifiche di aziende impegnate in diversi settori tra elettronica, automotive, agricoltura, telecomunicazioni e sanitario-medicale. L’internazionalizzazione e l’incremento degli ordini sono stati sostenuti da una crescita dell’organico aziendale con il completamento di nuove assunzioni.

Il 2023 sarà caratterizzato dalla presentazione di nuovi prodotti tra cui spicca un’innovativa cella di assemblaggio di componenti per schede elettroniche “Large size” che garantirà un processo automatizzato e in sicurezza volto a aumentare e efficientare la produttività delle imprese, riducendo così il tempo di ritorno degli investimenti effettuati sul macchinario. Il cuore del prossimo anno sarà inoltre la partecipazione a Productronica, la fiera biennale di riferimento per il mondo dell’elettronica, che è in programma a novembre a Monaco di Baviera con le aziende maggiormente all’avanguardia di tutti i continenti e che riunirà oltre duecentomila visitatori. «La nostra sfida quotidiana è di dare movimento alle idee e ai processi produttivi dei nostri clienti – spiega Roberto Roghi, socio e responsabile commerciale di Fenix Automation. – Il 2022, in quest’ottica, è stato un anno particolarmente positivo perché, dalla nostra sede ad Arezzo, abbiamo progettato innovative soluzioni di automazione e di robotica per le esigenze di numerose aziende, conoscendo un importante sviluppo internazionale sostenuto dai nostri elevati standard di flessibilità e personalizzazione».

Articoli correlati

Back to top button