TURISMO – Property Managers: “Firenze ancora in affanno, si attende il ritorno del turismo extraeuropeo a settembre”

Bene la ripresa del turismo sulla costa toscana mentre soffrono ancora le città d’arte. “La costa registra un tutto esaurito, mentre le città d’arte rispetto allo scorso anno hanno visto aumentare per i prossimi mesi estivi il numero delle prenotazioni del 5-6%, il che significa un 10-15% in meno rispetto al 2019. Cosa ben diversa è il valore della prenotazione, ovvero la spesa media per turista. Su questo la variazione è del -30% rispetto allo scorso anno”, lo spiega la presidente Alessandra Signori, referente della Toscana per Property Managers Italia, associazione nazionale di categoria del settore del turismo residenziale.

Soprattutto per Firenze va meglio dello scorso anno ma ancora mancano i turisti americani e in generale extraeuropei – commenta Signori – Speriamo in una ripresa delle prenotazione a settembre e ottobre, ma molto dipenderà dalle politiche degli Stati e dalla circolazioni delle varianti al Covid 19. I segnali sono buoni: la flessibilità delle politiche di cancellazione e la maggiore chiarezza da parte del Governo ha portato a un aumento delle prenotazioni fino a novembre, ma ci sono anche prenotazioni per il 2022 quasi come ci si volesse assicurare una vacanza in Italia”.

“In questo anno – aggiunge la referente della Toscana per Property Managers Italia – Abbiamo rassicurato tutti i nostri clienti mondiali che non sono potuti ancora tornare, grazie ai social e alle comunicazioni: i property managers hanno continuato a promuovere l’Italia”

Secondo un’indagine Otex, primo osservatorio sul turismo residenziale extralberghiero in Italia promosso dall’associazione Property Managers Italia il turismo extralberghiero ha registrato in molte città italiane un’inversione di tendenza nel mese di maggio dopo un aprile in profondo rosso, ma Firenze il “rimbalzo” rispetto al 2020 non è sufficiente. “La crescita dei flussi a maggio – dichiara Marco Nicosia, data analyst di Otex e fondatore di Full Price – è stata del +50% rispetto al mese precedente (mentre la crescita era praticamente nulla lo scorso anno), purtroppo però aprile 2021 ha avuto livelli di performance ben più bassi del 2020, il 43% in meno.I turisti stranieri sono tornati, lo dimostra il fatto che le prenotazioni nelle strutture extralbeghiere registrate dall’Italia negli ultimi 60 giorni sono state solo il 67,2%, ma purtroppo questo ancora non è sufficiente per parlare di ripresa, almeno per il capoluogo toscano”

Articoli correlati

Back to top button