Trasloco senza stress: 5 consigli furbi per farlo al meglio

È arrivato il grande momento: si sta per cambiare casa o per prenderne una tutta propria per la prima volta. Nonostante la fibrillazione per la novità, però, c’è un pensiero che spesso non lascia in pace… organizzare il trasloco. Alcuni esperti hanno definito l’atto del traslocare come uno degli eventi più stressanti e provanti che si possano sperimentare, ecco perché si consiglia sempre di affidarsi a ditte esperte, come ad esempio quella di Tuttotraslochi. Con questi 5 consigli, però, si potrò rendere più leggero anche il trasloco più impegnativo. Basta continuare a leggere l’articolo per scoprire tutti i segreti di un trasloco a prova di stress.

Parola d’ordine: decluttering

Presa in prestito dall’inglese “declutter” e ormai largamente in uso anche nel nostro paese, il termine decluttering racchiude in sé l’atto di mettere in ordine, di fare spazio, o per meglio dire di liberarsi di tutto il superfluo che circonda la propria vita. A partire, ovviamente, dagli oggetti! Cosa fare, dunque? Prima di organizzare scatoloni e cominciare a riempirli con i propri beni, è necessario prendersi qualche giorno per eliminare tutti quegli oggetti, mobili, soprammobili e vecchi ricordi che non si vuole portare nella nuova casa.

Procedi per liste

Non bisogna limitarsi a iniziare da una determinata stanza: occorre organizzare preventivamente una lista di oggetti prioritari e di cose da fare, e seguirla per non perdere mai la rotta. Annotare il tutto su un foglio di carta o sul cellulare aiuterà a mantenere la mente sgombra da altri pensieri, e si riuscirà a capire in fretta quali oggetti e quali azioni richiedono maggiormente attenzione mentre si preparano gli scatoloni.

Separa subito tutti gli oggetti fragili

Ad esempio, si può cominciare dagli oggetti più fragili, per poi passare a mano a mano al resto della casa. Se si è in cucina, ad esempio, largo all’organizzazione e all’impacchettamento in sicurezza di piatti, bicchieri, caraffe, tazze e così via. Se invece si è in camera da letto, bisogna dedicarsi prima a specchi, cornici con foto, porcellane pregiate, ceramiche e vasi.

Scrivi la collocazione su ogni scatolone e il contenuto

È molto utile scrivere sugli scatoli la stanza di appartenenza, questo faciliterà sicuramente la sistemazione nella nuova casa. Non solo la collocazione della stanza però, si può scrivere sopra anche il contenuto. In questo modo si saprà subito, ad esempio, che SALONE + LIBRI si riferisce a libri da mettere nella libreria in salone, così come CAMERETTA + LIBRI si riferisce ai libri dei bambini da mettere nella loro stanzetta. Soprattutto quando gli scatoloni contengono qualcosa di simile che però va in due stanze diverse, questo metodo è un vero e proprio “salva tempo”.

Troppo lavoro? Affidati a dei traslocatori di professione

Infine, l’ultimo consiglio è forse il più importante: quello di affidarsi a una ditta professionale che si occupa specificatamente di traslochi. Si potrà sempre collaborare con lo staff per dirigerlo nell’impacchettamento, oppure affidarsi completamente e lasciare che gli organizzatori impieghino tutto il loro sapere per preparare in pochissimo tempo l’asset perfetto per un trasloco senza stress.

Articoli correlati

Back to top button