Toscana: otto vini tra i migliori del mondo per Wine Spectator 2020

Anche quest’anno la Toscana sale sul podio: Brunello di Montalcino le Lucere 2015 San Filippo è terzo nella classifica generale

La Toscana è la regione d’Europa che conta il maggior numero di vini nella speciale classifica del 2020 stilata come ogni anno dalla rivista americana Wine Spectator: 8 vini in classifica, di cui 5 tra i primi 20. Meglio del Piemonte o della zona del Bordeaux, praticamente come tutta la Spagna.

Il prestigioso riconoscimento di Wine Spectator prende in esame la qualità dei vini toscani, i rossi in particolare, e paragonandoli a quelli californiani o francesi ne esalta anche il rezzo, più basso rispetto ai cugini d’Oltralpe e Oltreoceano.

Il miglior vino Toscano? Wine Spectator premia il Brunello di Montalcino Le Lucere 2015 San Filippo, che si va a piazzare terzo nella classifica generale dei migliori vini scelti nel 2020. Medaglia d’oro e d’argento, rispettivamente a un Rioja del 2010 e a un Pinot Noir del 2018 prodotto in California. Sempre per restare in Toscana, undicesimo posto in classifica generale per la riserva 2016 del Chianti Classico del Castello di Volpaia, tredicesimo il cabernet sauvignon Legit 2016 di Tolaini, posizione numero sedici per il Brunello di Montalcino 2015 di Caprili, ventesimo il Pergolaia 2016 di Caiarossa, che si guadagna anche il premio di vino toscano con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Scendendo di posizione, troviamo infine al trentaseiesimo posto l’azienda Frescobaldi con il Chianti Classico Perano del 2015, e appena sotto di tre posizioni il Nobile di Montepulciano 2016 di Boscarelli. Chiude la classifica della Toscana l’ottavo vino di casa nostra: al posto numero quarantanove troviamo il Chianti Classico 2016 di Istine.

Articoli correlati

Back to top button