PESCIA (PT) – Nota azienda del settore edilizio sotto ricatto dagli hacker: ‘0,5 BitCoin per riavere i vostri dati’

I Cryptolocker continuano le loro scorribande e questa volta colpiscono una nota azienda di vendita di materiale edilizio. Dati criptati e riscatto in BitCoin

Ieri, 29 marzo, gli impiegati dell’azienda di Pescia si sono accorti dell’intrusione nei loro server e dell’impossibilità di avere accesso a dati e gestionali aziendali. L’azienda, che opera nel settore edilizio e dei complementi d’arredo, è stata colpita dei pirati informatici tramite uno strumento chiamato Cryptolocker in grado di rendere impossibile l’accesso ai dati dei computer cifrandoli e sbloccando solo se in possesso di una password che gli hacker forniscono solo dietro pagamento.

bitcoinA dare l’allarme è stato uno dei titolari dell’azienda che ha contattato le aziende di software e manutenzione server a cui si affidano che non hanno potuto far altro che informarli del danno irreparabile: «I dati non sono recuperabili».

I malviventi informatici si sono presto fatti sentire:

«Hi, to unlock, decrypt your computer make the payment 0,5 bitcoins to our wallet» «Ciao, per sbloccare, e decrittare il tuo computer effettua un pagamento di 0,5 BitCoin sul nostro conto»

Il “riscatto” per riavere i propri dati e le proprie informazioni, ad oggi si aggira attorno a 3700 euro, viste le quotazioni attuali della criptovaluta. Purtroppo al momento non è possibile aggirare la cifratura dei dati e le aziende o le persone colpite da un Cryptolocker non possono far altro che pagare o sperare di avere un backup completo dei propri dati.

I titolari hanno provveduto a denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine che molto probabilmente potranno fare ben poco vista la non rintracciabilità dei movimenti di denaro in BitCoin.

Articoli correlati

Back to top button