MUGELLO – Domenica 25 luglio a San Godenzo torna l’Antica festa della battitura

Per il progetto Festasaggia il parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna ha ricevuto l’Oscar per l’ecoturismo di Legambiente. Nato per iniziativa dell’Ecomuseo del Casentino trova ragione di sé nella volontà di promuovere all’interno di sagre e feste paesane alcune buone pratiche legate alla valorizzazione dei prodotti e del patrimonio culturale, nonché alla tutela del paesaggio. Ma particolare attenzione è anche rivolta alla gestione virtuosa dei rifiuti e al risparmio energetico.

Il programma della giornata di domenica 25 luglio, all’interno dell’ “Antica festa della battitura”, a San Godenzo, presso l’azienda agricola le Casine (loc. le Casine, 17), comincia alle 9. A quell’ora si potrà partecipare a “A passeggio tra marronete, casali e seccatoi”, escursione a cura di Giropoggio/centro visite parco nazionale Foreste casentinesi monte Falterona e Campigna, della durata di un’ ora, facile. Il ritrovo è presso l’azienda agricola Le Casine (parcheggio festa).
dalle 10 alle 17 avrà luogo “Raccontarsi con le erbe”, attività per tutti a cura dell’associazione “il Luogo comune”., presso lo stand della Foresta modello delle Montagne fiorentine.
Alle 10, 30 – “Passeggiando in marroneta… alla scoperta di fiori, erbe, funghi e…” – è un’attività a cura di Mara Fiesolani dell’associazione Il “Paese sulla collina-Sara Cerrini”.
Allo stesso orario (10,30) “Il Castagno d’Andrea a 600 anni dalla nascita di Andrea del Castagno”, sarà un approfondimento storico-culturale a cura dell’associazione Andrea del Castagno. Informazioni presso lo stand della Foresta modello delle Montagne fiorentine.
Alle 16.30 si potrà assistere all’ “antica battitura del grano” a cura dell’azienda agricola le Casine.
Alle 18 sarà il turno della sfilata in costume del “Gruppo storico del Dante ghibellino di San Godenzo”. Chiude il programma, alle 19,15, il quartetto d’archi Archaea strings, “musica al calar del sole”.

Ci saranno, a fianco a quello informativo dell’associazione Foresta modello delle Montagne fiorentine, stand con prodotti del territorio, dolci e birra artigianale dell’az. “Lorem ipsum”.
Dalle 12,30 alle 14,30 e dalle 18, nell’Aia di Bolletta, sarà operativo uno spazio gastronomico con prodotti di fattoria: schiacciate con salumi e formaggi; cocomero, vino del territorio, acqua a volontà.

Tutte le attività del programma sono gratuite.

Informazioni presso la Foresta modello delle Montagne fiorentine tel. 331.1162589 dal lunedì al venerdì con orario 9 – 15.

Il programma Festasaggia è all’interno di un altro grande traguardo che il Parco si è dato, coordinandone l’articolazione territoriale, quello della Carta europea del turismo sostenibile (CETS).
Una recente novità è l’offerta formativa rivolta a organizzatori e operatori delle feste paesane, anche nel campo delle strategie di promozione. Sui consumabili biodegradabili si sta lavorando anche nella direzione degli acquisti centralizzati al fine di abbattere i costi.

Il premio nazionale di Legambiente/Federparchi riconosce l’impegno sulle filiere fragili, la valorizzazione delle culture locali e la salvaguardia dell’ambiente con un protocollo gestionale avanzatissimo. La chiave del successo di Festasaggia – che nasce dalle migliori forze associative e del volontariato, il patrimonio più grande di questi territori – è che il produttore locale, acquisendo opportunità e remunerazione da un progetto legato alla qualità e alla tutela ambientale, ne diventa un convinto supporter“. Luca Santini, presidente del Parco.

Articoli correlati

Back to top button