MUGELLO – “Stop global warming”, Dicomano sostiene la mobilitazione europea

Una proposta d'iniziativa popolare prevede di tassare le emissioni di Co2

Stop al riscaldamento globale: punta a questo la campagna “Stopglobalwarming.eu” promossa da ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei), alla quale anche il Consiglio comunale di Dicomano ha aderito. Una mobilitazione, con una raccolta firme, affinché l’Ue approvi una normativa comunitaria che “scoraggi il consumo di combustibili fossili, incoraggi il risparmio energetico e l’uso di fonti rinnovabili per combattere il riscaldamento globale e limiti l’aumento della tempe-ratura a 1,5ºC”.
La petizione con la proposta di legge di “Carbon Pricing” è stata firmata dal sindaco di Dicomano Stefano Passiatore ed è sostenuta dal Consiglio comunale con una mozione approvata all’unanimità.
“La proposta di legge di iniziativa popolare – come si legge nella mozione – mira ad introdurre un prezzo minimo per le emissioni di CO2, partendo da 50 EUR per tonnellata di CO2 dal 2020 fino a 100 EUR entro il 2025. Al contempo punta ad abolire l’attuale sistema di quote di emissione gratuite per coloro che inquinano nell’UE, e introdurre un meccanismo di adeguamento alla frontiera per le importazioni da paesi terzi, in modo da compensare i prezzi più bassi delle emissioni di CO2 nel paese esportatore. Le maggiori entrate derivanti dalla fissazione del prezzo delle emissioni di CO2 verranno dirottate verso le politiche europee che sostengono il risparmio energetico e l’uso di fonti rinnovabili e impiegate per ridurre l’imposizione fiscale sui redditi più bassi”.
“Non possiamo perdere tempo – sottolinea il sindaco di Dicomano Stefano Passiatore -. L’Europa deve valutare misure urgenti per contenere l’innalzamento della temperatura. Solo affiancando misure locali con iniziative europee ambiziose – evidenzia il sindaco – potremo raggiungere gli obiettivi”.
La proposta di legge si firma sul sito Stopglobalwarming.eu.

Articoli correlati

Back to top button