LUCCA – Nuova impresa sportiva di Andrea Lanfri per la Giornata Mondiale contro la Meningite

Per questo 2021 segnato ancora dalla pandemia in corso, Andrea Lanfri ha già in programma nuove e incredibili imprese: l’atleta lucchese darà inizio alle danze sabato 24 aprile, in occasione della Giornata Mondiale contro la Meningite.

Mentre un anno fa, in pieno lockdown, si “accontentava” di correre la mezza maratona nel giardino di casa, quest’anno, ha scelto di realizzare un’edizione “special” del suo progetto From 0 to 0. Lanfri percorrerà il tragitto da Marina di Pisa al Monte Serra e ritorno, no stop, alternando corsa e bicicletta.

“Partirò da Marina di Pisa alle 9 circa – spiega Andrea – e in bici pedalerò per 37km passando da Calci fino alla vetta del m. Serra, proprio dove sono le antenne. Da li, cambierò le protesi, metterò le lame da corsa e correrò fino a Marina di Pisa, per circa 35km. La prima parte in discesa sarà un sentiero nel bosco fino ad Asciano (via Tobler), l’acquedotto Pisano sarà alla mia destra fino alle porte di Pisa e infine proseguirò sulla ciclabile fino al mio punto di partenza.”

Andrea ha calcolato che l’evento durerà circa 5/6 ore e per la prima volta ci sarà anche una novità: chiunque potrà seguirlo nella sua avventura grazie alla diretta che trasmetterà sui suoi canali social con una go-pro di cui sarà dotato. A causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria da Covid-19, l’atleta completamente solo lungo tutto il percorso.

Il progetto “From 0 to 0” è nato in piena pandemia e ha lo scopo  di unire insieme tutte le passioni di Andrea in un’unica impresa. Si tratta di un evento mai intrapreso da un atleta paralimpico.  Nel 2020 la prima esperienza sul Monte Pisanino, partendo da Lerici; la seconda edizione lo ha visto conquistare la vetta dell’Etna, con partenza da Aci Trezza e arrivo a Catania. Totale: 37km in bici, 20km di traversata sul massiccio vulcanico, 37km di corsa nel ritorno e più di 3000 metri di dislivello, no-stop.

Tutte le performance del progetto From 0 to 0 saranno raccolte in un format televisivo Mediaset che andrà in onda a partire da questa primavera.

Quali sono gli altri programmi per il 2021?

“Dall’11 al 13 giugno si inizierà a fare sul serio. – spiega sorridendo Andrea – Affronterò il Gran Sasso. Mi affascinava l’idea di partire dal Mar Adriatico e arrivare sul mar Tirreno attraversando così l’Italia. Questa volta partirò da Pescara, 80km in bici, poi 10km di corsa, 5 di trekking, altri 10 di corsa e a Campo Imperatore di nuovo in bici per 180m km fino a Ladispoli, il tutto sempre nel minor tempo possibile. Ho preventivato di impiegare circa 18 ore di seguito, senza fermarmi mai.”

Ma Andrea ha già le idee chiare sulle tappe successive. A settembre sarà la volta del Monte Rosa: partenza da Genova, 240km in bici fino ad Alagna Valsesia, poi la salita verso Capanna Margherita sul Rosa e ritorno di corsa a Genova. L’idea è fare sei maratone in sei giorni, per tentare un Guinness dei primati. Ho proposto l’evento, ora attendo con fiducia una risposta, sarebbe bellissimo entrare nel Guinness”.

In estate, sul fronte alpinistico, sono in programma: la salita sul Cervino, la traversata di tutti i quattromila del Monte Rosa, un progetto chiamato “2onePeaks”, avventura condivisa con l’amico Massimo Coda. Ad attendere Andrea all’estero c’è l’Elbrus, in Russia, che l’atleta farà insieme a Natascia, la sua fidanzata. Verso fine anno, invece, il Kilimangiaro. Le ultime vette fanno parte del progetto “My7Summits” che mira a raggiungere alcune delle vette più alte del mondo. Il tutto senza mai perdere di vista il grande sogno: la salita al monte Everest, che la pandemia ha costretto a posticipare.

Back to top button