Livorno, cane antidroga scopre studente con sostanze stupefacenti all’ingresso della scuola

Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Livorno finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti presso gli istituti scolastici, i militari della Stazione carabinieri di Cecina, in collaborazione con un’unità del Nucleo Cinofili Carabinieri di San Rossore (PI), nei giorni scorsi hanno deferito in stato di libertà uno studente di 15 anni di Rosignano Marittimo poiché, all’atto di fare ingresso a scuola, ha fatto entrare in allarme il fiuto del cane “antidroga” che lo ha segnalato inequivocabilmente al proprio conduttore. Il giovane non ha potuto fare altro che consegnare agli operanti ciò di cui era in possesso, ovvero gr. 2,39 di sostanza stupefacente tipo “hashish”, suddivisa in quattro pezzetti, ciascuno avvolto in carta da forno, e una somma contante euro 30,00, verosimilmente provento attività di spaccio.

A seguito di ciò, i militari hanno esteso le indagini effettuando una perquisizione nella casa in cui il minore vive col padre, un 42 enne di origini siciliane, trovando nella sua disponibilità circa 500 grammi di hashish suddivisi in 5 panetti ed un bilancino di precisione occultato sotto un cumulo di foglie secche nel giardino dell’abitazione. Il tutto veniva sottoposto a sequestro.

Per l’uomo è scattato l’arresto, mentre per il figlio minore la denuncia a piede libero alla competente AG per i minorenni di Firenze.

Nei giorni successivi l’AG di Livorno ha convalidato l’arresto del padre e ha disposto per lui la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Articoli correlati

Back to top button