GROSSETO – Turismo, nascono gli itinerari virtuali del gusto per promuovere la Maremma

Un giro virtuale tra i campi di zafferano o gli allevamenti di chiocciole, tra gli oliveti e i birrifici, scoprire laboratori caseari e itinerari nuovi grazie ai grani antichi.

Un modo nuovo per  conoscere i produttori e le loro realtà, con la speranza di andarci presto di persona. Nell’attesa, ci pensa “Artour-Itinerari del gusto di Grosseto e la Maremma”, il progetto di Artex-Centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana  realizzato in collaborazione con il Comune e la Provincia di Grosseto e con il supporto di Conad:  una vetrina virtuale prima e successivamente degli itinerari costruiti  partendo proprio dalle imprese del territorio e dalle sue eccellenze, legandole alle attrazioni culturali e turistiche. Uno strumento di promozione adattato alle restrizioni di questo 2020,  per valorizzare  le eccellenze locali e incoraggiare un turismo enogastronomico di vicinato.

Il progetto è stato presentato oggi all’Istituto Alberghiero Leopoldo II di Lorena di Grosseto, dove per l’occasione si è tenuto un coocking show dello chef Moreno Cardone del ristorante “L’uva e il malto” di Grosseto, utilizzando alcuni dei prodotti delle 34 aziende fin qui coinvolte. Piatti costruiti al momento utilizzando la ricotta Angela Saba, le zucchine tonde della fattoria Le Spighe, la bottarga dei pescatori di Orbetello e il biscotto salato del Panificio libero. Ad aiutare lo chef, anche gli studenti dell’istituto alberghiero. “E’ un lavoro bellissimo e inusuale, perché abbiamo cercato di collegare i vari prodotti in una fusione unica”, ha detto lo chef.

Tutte le aziende avranno una vetrina sul portale   www.italiantasteexperience.it, con la loro scheda e quella dei prodotti. Si procederà poi con una promozione coordinata sui vari canali. C’è il mirto dell’Isola del Giglio, l’alga spirulina, la lavanda e il biscotto salato di  Roccalbegna. E poi, olio, formaggi, cereali, salumi, birra artigianale e vino, solo per citarne alcuni. Potranno partecipare tutte le aziende del territorio e l’opportunità è assolutamente gratuita.

Tutti i percorsi saranno successivamente pubblicati sulla piattaforma www.toscana.artour.it e saranno promossi attraverso web e social.

“Il momento rende necessario cambiare strategia, rimboccarsi le maniche e non mollare – ha detto il presidente Artex, Giovanni Lamioni – I canali di promozione tradizionali sono ovviamente saltati, ma ora più che mai è necessario avviare una strategia capillare per sostenere le imprese del nostro territorio che a causa delle chiusure di molte attività sono in crisi. Il progetto degli itinerari virtuali nasce per costruire una domanda nuova, indirizzata a un turismo di vicinato che accanto all’enogastronomia valorizzi le ricchezze culturali e paesaggistiche di Grosseto e la Maremma”

“Accogliamo con estremo piacere l’iniziativa di Artex, che riteniamo  essere una proposta estremamente valida per accompagnare lo sviluppo del nostro territorio, soprattutto in questo periodo di grande difficoltà – hanno confermato il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vice sindaco, Luca Agresti -. Artour rappresenta un cambio di prospettiva interessante, un valore aggiunto a sostegno delle nostre eccellenze enogastronomiche che costituiscono un vero e proprio tesoro su cui costruire nuovi percorsi per dare nuova linfa vitale al turismo del territorio.”

“Siamo felici di essere stati coinvolti in  questo progetto – ha detto la preside dell’Istituto Alberghiero Leopoldo II di Lorena, Cinzia Machetti – un’occasione importante per i nostri studenti che hanno avuto l’occasione di lavorare a contatto con professionisti e conoscere i prodotti eccezionali della nostra terra, per imparare a valorizzarli al meglio”

“Conad Grosseto sostiene, con azioni continue e sempre nuove, le attività agroalimentari della provincia – spiega Paolo degli Innocenti, presidente e socio di Clodia Commerciale srl, proprietaria dei negozi Conad di Grosseto – anche le più piccole, che non avrebbero altrimenti la possibilità di essere visibili. Siamo impegnati ormai da tempo in prima linea nella ricerca, tutela, valorizzazione e diffusione dei prodotti locali. Un’attività che facciamo con orgoglio perché fa parte della nostra mission. Ed è con questa finalità che abbiamo contribuito con piacere anche all’evento di Artex dedicato all’agroalimentare. Il legame di Conad Grosseto con il territorio e i suoi prodotti è talmente forte e consolidato da averlo reso esplicito in un libro, fresco di stampa, in cui sono raccolte le storie di 32 aziende della Maremma e dell’Amiata, che sono presenti con i loro prodotti negli scaffali dei 3 supermercati Conad di Grosseto. Domenica 6 dicembre a tutti i clienti di Spazio Conad Aurelia Antica di Grosseto distribuiremo delle copie omaggio del volume.”

Articoli correlati

Back to top button