GROSSETO – Trenta candeline per il Festival Music & Wine, in scena dal 19 gennaio

Torna, a partire da domenica 19 gennaio prossimo, il Festival “Music & Wine”, la kermesse dedicata al connubio tra la grande musica ed i grandi vini del territorio e che quest’anno spegne le sue “prime” trenta candeline.

Come di consueto la rassegna musicale, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Grosseto e dall’Associazione Amici del Quartetto sotto la direzione artistica del maestro Giovanni Lanzini, si svolgerà a partire dal mese di gennaio fino al mese di agosto suddividendosi in una prima “stagione invernale” con quattro spettacoli domenicali e altrettanti estivi nei mesi fra giugno e agosto. Grandi novità, quest’anno, per quanto riguarda le location degli eventi: la sezione invernale infatti non si terrà più presso il Teatro degli Industri, preferendo il clima più raccolto (e adatto ad un festival di musica da camera) del Museo di Storia Naturale della Maremma in piazza della Palma, mantenendo però l’appuntamento fisso della domenica pomeriggio (ore 17,30). Novità anche per le location della prossima stagione estiva: al parterre del Cassero Senese (luogo storico del Festival) si aggiungeranno a partire da quest’anno altrettanti luoghi prestigiosi intorno alla città.

Come da tradizione ogni evento del festival sarà seguito o preceduto da degustazioni dei migliori vini locali, con il coinvolgimento dei produttori e il proseguo della proficua collaborazione con i sommelier di “Rosae Maris” e della SES (Scuola Europea Sommelier), per ribadire ancora una volta il connubio di eccellenze fra i grandi interpreti musicali del panorama internazionale e i grandi vini della Maremma.

Anche per questa edizione gli spettacoli musicali selezionati dal direttore artistico, M° Giovanni Lanzini, sono tutti di altissimo livello e spaziano davvero in ogni direzione stilistica, dalla musica classica al jazz, alla world music, al tango fino al flamenco e anche quest’anno il Festival ha il patrocinio di Regione Toscana, Provincia e Comune di Grosseto, oltre all’importante riconoscimento ottenuto dal Touring Club Italiano che ha patrocinato volentieri questa importante realtà musicale volta alla riscoperta del nostro territorio anche attraverso la musica, i vini, i prodotti gastronomici e la valorizzazione dei luoghi storici.

“Passione: questa la parola d’ordine che descrive al meglio l’elegante kermesse che da anni porta sul territorio l’eccellenze culturali ed enogastronomiche – affermano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco, Luca Agresti -. Ringraziamo sentitamente il Maestro Giovanni Lanzini per l’ottimo lavoro svolto nel suggellare, ancora dopo trent’anni, un evento capace di valorizzare vino e musica, abitando locations meravigliosamente suggestive e proponendo i sapori della Maremma.”

Da quest’anno, inoltre, si fa sempre più stretta la collaborazione a livello cittadino tra il Festival e la Fondazione Grosseto Cultura: a tale proposito “Music & Wine” in collaborazione con Grosseto Cultura e il Museo di Storia Naturale offre al pubblico un interessantissimo “pacchetto Museo & Musica”. Con un piccolo surplus infatti sul normale costo del biglietto (Interi 10 € e Ridotti 8 €) si può approfittare di una visita guidata al museo un’ora prima del concerto con prenotazione del posto numerato a sedere per poi godersi lo spettacolo senza ansia, visto che i posti in sala sono limitati. Le informazioni e le prenotazioni si possono effettuare presso il Museo di Storia Naturale stesso al numero 0564 488571.

Arrivando alla musica, il trentesimo Festival degli Amici del Quartetto si aprirà domenica 19 gennaio con il bellissimo spettacolo “In viaggio verso Est“ e che vedrà protagonista l’Ensemble Mistralia. Formato da Michele Menardi Noguera al flauto, Luca Sciri al clarinetto, Roberto Rebufello al sax, Leonardo Ferretti Galliano al pianoforte e Giovanni Piccardo alle percussioni e al basso tuba, l’ensemble ligure aprirà il festival sulle ali della fantasia spaziando da musiche della tradizione celtica, occitana, klezmer e mediorientale arrivando fino ai ritmi sfrenati di Goran Bregovic, per un inizio d’anno davvero scoppiettante. Domenica 26 gennaio (con inizio sempre alle 17,30) Music & Wine aprirà ai giovanissimi e agli “affetti” familiari con un Duo veramente particolare come quello formato dal sedicenne Alessandro Mauriello, astro nascente del violoncello e già vincitore di numerosi e importantissimi concorsi accompagnato dalla madre, la pianista e concertista internazionale Angela Ignacchiti. Molto gustoso e interessante il programma proposto che spazierà dai “classici” del violoncello quali Boccherini, Popper e Mendelssohn fino al Novecento di Rachmaninoff e Squire. Tutto dedicato al romanticismo strumentale sarà quindi il concerto del 2 febbraio con i capolavori di Beethoven, Mendelssohn e Glinka per strumenti a fiato e pianoforte. Il Trio del Sebino formato dal pianista Simone Pagani e da Giuseppe Bonandrini al clarinetto e Giorgio Versiglia al fagotto, saranno i protagonisti del Konzertstück op. 114 di Felix Mendelssohn, del Trio op. 11 di Ludwig van Beethoven e del Trio Pathètique di Michail Glinka. Il gran finale della sezione invernale del festival è atteso poi per domenica 9 febbraio quando salirà sul palco del Museo di Storia Naturale il duo formato dai polacchi Henryk Blazej al flauto e Teresa Kaban al pianoforte. Sodalizio strumentale di grande fama internazionale, il Duo (unito nell’arte come nella vita) proporrà una interessantissima “carrellata” del più importante repertorio per flauto e pianoforte con una prima parte tutta dedicata a Wolfgang Amadeus Mozart con due pregevoli sonate di età giovanile per poi proseguire con i più interessanti autori polacchi (e non solo) del Novecento.

E anche la stagione estiva del festival “Music & Wine” , promettono gli Amici del Quartetto, non sarà affatto da meno in quanto a scelta di gruppi musicali e varietà di repertori anche se – proseguono- per adesso il programma estivo è “top secret”.

Gli spettacoli sono a pagamento (Intero: 10€. Ridotto per under 25, over 65, Soci dell’Associazione e Soci di Fondazione Grosseto Cultura: 8€). Il botteghino sarà sul luogo del concerto (Museo di Storia Naturale della Maremma) e le prenotazioni e prevendite per il pacchetto “Museo & Musica” (i posti sono limitati) potranno essere effettuate a partire da lunedì 13 gennaio negli orari di apertura del Museo.

XXX Festival Internazionale “Music & Wine” stagione invernale, Salone del Museo di Storia Naturale della Maremma

Domenica 19 gennaio In viaggio verso Est

ore 17,30 ENSEMBLE MISTRALIA

Michele Menardi Noguera (flauto), Luca Sciri (clarinetto), Roberto Rebufello (sax), Leonardo Ferretti Gallino (pianoforte), Guido Piccardo (percussioni, basso tuba)

musiche della tradizione celtica, occitana, klzmer e mediorientale

Domenica 26 gennaio Bene, bravo… bis!

ore 17,30 DUO CON BRIO

Alessandro Mauriello violoncello – Angela Ignacchiti pianoforte

musiche di Squire, Boccherini, Mendelssohn, Rachmaninoff, Popper

Domenica 2 febbraio Romanticismo Strumentale

ore 17,30 TRIO DEL SEBINO

Giuseppe Bonandrini clarinetto Giorgio Versiglia fagotto

Simone Pagani pianoforte

musiche di Mendelssohn, Beethoven, Glinka

Domenica 9 febbraio Dalla Polonia, con affetto

ore 17,30 Henryk Blazej flauto Teresa Kaban pianoforte musiche di Mozart, Dobrzynski, Karastojanov, Ibert, Enescu, Górecki, Lutoslawski

Tag
Back to top button
Close