FOLLONICA – Alessandro Benvenuti in scena con “Panico ma rosa”

Iniziativa Cesvot nell’ambito della rassegna “Riprendiamoci la scena”, in collaborazione con “Giorni felici”

59 giorni di lockdown. 59 pagine di diario di un autore/attore che, privato del suo naturale habitat, il palcoscenico, esce dalla sua proverbiale ritrosia per raccontarsi con disarmante sincerità. Sogni e bisogni, ricordi e crudeltà, fantasie e humor di Alessandro Benvenuti, che lunedì 26 luglio (ore 21,30) porta lo spettacolo “Panico ma rosa” sul palco del Teatro Le Ferriere di Follonica (Grosseto).

Alla serata si può accedere gratuitamente previa prenotazione obbligatoria sul sito www.adarte.18tickets.it.

Di e con Alessandro Benvenuti, “Panico ma rosa” è un viaggio nella mente di un comico che nel cercare un nuovo senso della vita per non impazzire, reinventa il passato di chierichetto, stabilisce inediti e proficui rapporti con tortore, passerotti, merli, cornacchie, piccioni e gabbiani. Mescola sogni e aneddoti. Progetta linguaggi comico barocchi.

Decide di rinascere a nuova vita digerendo il suo passato e i fantasmi che lo hanno abitato con la spudoratezza che solo gli adulti che si stufano di essere tali possono vantare. E attraverso questa comica forza eversiva sperare, per una volta ancora, di tornare bambino, anzi, bambinaccio, prima di tacere per sempre nel naturale Finale di Partita che pazientemente attende in un punto imprecisato del Fato tutti gli esseri umani. Drammaturgicamente parlando ‘Panico ma rosa’ è di genere Po Ca Co: Poetico Catastrofico Comico.

Produzione Arca Azzurra, luci Marco Messeri, elaborazioni sonore Vanni Cassori, assistente alla regia Chiara Grazzini, ideazione costume Carlotta Benvenuti.

Inserita nel cartellone di “Giorni felici” la serata è proposta nell’ambito della rassegna “Riprendiamoci la scena” promossa da Cesvot, Centro Servizi Volontariato Toscana che associa 34 enti regionali, fornendo servizi di consulenza, formazione, promozione, comunicazione, documentazione e logistica: 11 appuntamenti itineranti, uno per ciascuna delegazione territoriale di Cesvot.

La rassegna “Riprendiamoci la scena” è curata dall’associazione culturale Lo Stanzone delle Apparizioni, con la direzione artistica di Matteo Marsan e Daniela Morozzi, che presenta tutte le serate.

“Riprendiamoci la scena vuole essere un segnale di rinascita, un modo per ricominciare da ciò che di più prezioso abbiamo: la nostra arte, la nostra cultura e la sensibilità che in tal senso dimostrano molte amministrazioni locali toscane – spiega Silvia Sordini, presidente della delegazione Cesvot di Grosseto – dopo un anno e mezzo di sospensione delle iniziative pubbliche, che da sempre hanno rappresentato una parte importante delle attività di Cesvot, affidiamo alla cultura il compito di aiutarci a tornare sui territori. Con questa iniziativa abbracciamo idealmente e concretamente il mondo dello spettacolo che tanto ha sofferto in questo periodo di pandemia e dedichiamo questa rassegna alle volontarie, ai volontari, alle comunità locali”.
PROSSIMO APPUNTAMENTO: la rassegna “Riprendiamoci la scena” approderà sabato 31 luglio al Giardino Palazzo Fantoni Bononi – Fivizzano (Massa Carrara): in scena lo spettacolo “Novecento” di Alessandro Baricco, con Eugenio Allegri, regia Gabriele Vacis. Info tel. 340 537109 – info@officinetok.it

Alessandro Benvenuti è regista, autore e attore teatrale di cinema e televisione. Inizia la sua carriera nel cabaret e nel 1972 forma con Paolo Nativi e Athina Cenci i “Giancattivi”, gruppo cabarettista storico a cui si aggiunge alla fine degli anni settanta Francesco Nuti. Nel 1982 esordisce al cinema dirigendo e interpretando il film Ad ovest di Paperino. Negli anni successivi dirige e interpreta i film Era una notte buia e tempestosa, Benvenuti in casa Gori, Zitti e mosca, Caino e Caino, Belle al bar, Ivo il tardivo, Ritorno a casa Gori, I miei più cari amici e Ti spiace se bacio mamma.
Recita anche nelle commedie Compagni di scuola, Commedia Sexy, 13dici a tavola, Amici miei – come tutto ebbe inizio e Un fantastico via vai. Dal 2014 è nel cast della serie tv I delitti del BarLume.
Nel 2003 fonda la Benvenuti srl. grazie alla quale produce spettacoli di artisti quali Leonardo Capuano, Renata Palminiello, Roberto Abbiati e Bobo Rondelli.
È attore in numerosi spettacoli da lui stesso scritti tra i quali citiamo la trilogia de I Gori e Chi è di scena, e protagonista in spettacoli come Farenheit 451 di Ray Bradbury per la regia di Luca Ronconi, Tutto Shakespeare in 90 minuti, Nero cardinale e L’avaro, questi ultimi due per la regia di Ugo Chiti. Nel 2018 interpreta ì donchisci@tte con Stefano Fresi.
Dal 1975 al 1978 dirige il teatro Humor Side, centro sperimentale della satira di Rifredi (FI), e nel biennio 1994-1995 la rassegna di teatro comico d’autore “Razza Bugiarda” presso il teatro di Cascina (PI). È stato direttore artistico del teatro comunale di Cavriglia, del teatro Puccini di Firenze e del teatro comunale Dante di Campi Bisenzio; dal 2013 dirige il teatro Tor Bella Monaca (Roma) e dal 2019 il teatro dei Rinnovati di Siena.

Info e programma completo su www.cesvot.it

Back to top button