FIRENZE – Non sprechiamo l’acqua. Via a ‘Bevisenzaplastica’ nelle scuole superiori

Sì della Città Metropolitana a una convenzione con Fondazione Cr, Publiacqua e Ufficio scolastico regionale per un utilizzo adeguato delle risorse idriche nelle scuole.

Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato una convenzione della Metrocittà, illustrata dal consigliere delegato all’Edilizia scolastica Massimo Fratini, con gli enti Fondazione CR, Publiacqua, Ufficio scolastico regionale per la realizzazione del progetto ‘Bevisenzaplastica’, una campagna operativa per promuovere comportamenti sostenibili nell’utilizzo dell’acqua, improntati al risparmio e alla riduzione dell’utilizzo della plastica e alla promozione dell’acqua del rubinetto quale risorsa di qualità per il consumo idropotabile.
Dalla Fondazione Cassa di risparmio messi a disposizione per la realizzazione del progetto nelle scuole di secondo grado 100.000,00 euro, per consentire l’acquisto di erogatori di acqua potabile e la manutenzione degli stessi per il periodo massimo di due anni, e per la distribuzione agli studenti di borracce di alluminio per eliminare l’uso di bottigliette di plastica.

Gli istituti coinvolti sono le sedi degli istituti superiori Calamandrei, Gobetti Volta, Peano, Saffi, Gramsci, Pascoli, Meucci, Galileo, Castelnuovo, Cellini e Russell Newton. “L’obiettivo – ha sottolineato Fratini – è quello di finanziare altri interventi per allargare la platea delle scuole interessate”.

Dopo due anni la manutenzione sarà posta a carico ed eseguita dalle scuole, soggetti beneficiari, sulla base di un protocollo che sarà firmato dalle parti interessate. I naturizzatori saranno installati negli istituti scolastici individuati in base ai programmi scolastici portati avanti sui temi delle risorse idriche e, di concerto, con i firmatari della convenzione.

Publiacqua, per parte sua, mette a disposizione 50.000 euro per l’acquisto di borracce da distribuire ai ragazzi iscritti alle scuole; per l’esecuzione delle attività di analisi dell’acqua negli Istituti interessati; per le attività di comunicazione connesse al progetto. Individua e propone anche uno o più fornitori adeguati per l’acquisto dei materiali necessari.

La Città metropolitana garantirà l’idoneità dei locali delle scuole individuate all’istallazione dei fontanelli, la cui installazione sarà facilitata da una stretta collaborazione con i tecnici delle ditte, e fornirà le risorse alle scuole per garantire la manutenzione degli stessi a partire dal terzo anno della loro messa in funzionamento.

L’Ufficio Scolastico Regionale supporterà la Città metropolitana nei contatti con le dirigenze scolastiche delle scuole destinatarie del Progetto per agevolarne la realizzazione e facilitare i rapporti tra tutti i soggetti coinvolti.

Back to top button