FIRENZE – Coronavirus, la lettera del Rettore Luigi Dei, appello alla comunità universitaria

“Carissime studentesse, carissimi studenti,
carissime dottorande e assegniste e carissimi dottorandi e assegnisti,

è un momento complicato per il pianeta intero e dobbiamo mantenere
lucidità e raziocinio. Vorrei fare un appello affinché,
indipendentemente dalle misure restrittive adottate, prevalgano i
comportamenti virtuosi di TUTTI i singoli, che si traducono poi in
comportamenti virtuosi di TUTTA la società.
Solo in questo modo potremo vincere questa importante battaglia: non ci
sono miracoli, bisogna evitare i contagi e dobbiamo sacrificare per un
po’ di tempo il nostro stare insieme. Non ci sono alternative, è così;
tanto semplice, quanto complicato da raggiungere. I sistemi totalitari
conseguono questo obiettivo con la coercizione; se vogliamo rivendicare
che le democrazie sono sistemi a maggior grado di civiltà delle
dittature dobbiamo ora mostrarlo con fatti concreti. Usate per la prima
volta nella vita i social sfruttandone un’eccezionale virtù fino a ora
negletta: possono consentire di fare vita social(e) a distanza senza
contatti! Create delle chat su Whatsapp, ridete, scambiatevi foto,
ascoltate musica, guardate film, fate come se foste in un pub o in una
discoteca, ma state distanti a chilometri, non a metri!
Davvero non è l’appello dovuto e retorico del Rettore, ma di un uomo di
scienza che sta cercando con ogni strumento di interpretare
razionalmente questo difficile e serio momento.
E ora solo per le studentesse e gli studenti: stiamo cercando di mettere
l’Ateneo in grado di erogare tutta la didattica a distanza – ad
esclusione ovviamente delle esercitazioni di laboratorio, campo, etc. –
entro la prossima settimana. Si tratta di un’impresa abbastanza
complessa e onerosa, ma ce la stiamo mettendo tutta! Vi prego di avere
un po’ di pazienza per l’intera settimana e di consultare le istruzioni
per studenti al link https://www.unifi.it/p11753.
Per i laureandi sessione straordinaria di aprile 2020: stiamo lavorando
a trovare soluzione per farvi laureare tutti, anche coloro che devono
sostenere ancora esame o chiudere tirocinio. Entro due-tre giorni vi
comunicheremo decisioni prese in tal senso.
Sono certo che mi seguirete in questa opera di civismo: pensate che
siete quasi 50.000, ossia 50.000 persone in meno per il contagio. Ripeto
la sommatoria di tanti comportamenti virtuosi dei singoli può essere
veramente l’arma vincente.
Grazie a tutte e tutti per la collaborazione che sono certo sarà massima
e unanime.

Un caro saluto
Luigi Dei”

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close