CULTURA – Myllennium Award 2022: premiati due giovani toscani

Ai nuovi talenti vanno riconoscimenti per oltre 160mila euro: 10 categorie premiate, dalle startup più promettenti in ambito tecnologico e sociale, alle nuove espressioni artistiche

Premiati ieri sera a Roma 39 vincitori dell’ottava edizione del Myllennium Award: ci sono anche due giovani toscani. Premi in denaro, percorsi di formazione e concrete opportunità professionali. Il Myllennium Award, dalla sua nascita, ha gratificato il merito di oltre 270 giovani provenienti da tutta Italia e riconosciuto 1 milione di euro di premi. Il talento non è mai stato valorizzato così tanto.

Pietro Gervastri, classe 1997, è il giovane di Carrara premiato con il Myllennium Award, primo premio multidisciplinare in Italia dedicato alla valorizzazione del talento under 30, attraverso concrete opportunità formative e professionali.

Tra i premiati anche Frida Bollani, pianista figlia d’arte, nata nel 2004 in Versilia, alla quale è stato conferito da Alessandro Onorato (assessore ai grandi eventi, sport, turismo e moda della Giunta Capitolina) il premio “Eccellenze Millennials”. Dopo diverse collaborazioni con importanti orchestre e teatri, nonché manifestazioni di pubblico rilievo, raggiunge la notorietà nel 2021.Tra i suoi pezzi più emozionanti, l’esecuzione al pianoforte del brano Hallelujah di Leonard Cohen.

L’ottava edizione del premio, promosso dal Gruppo Barletta e dalla Fondazione omonima, si è celebrata ieri sera a Villa Medici con le premiazioni di 39 giovani vincitori provenienti da tutta Italia, che si sono distinti per i loro progetti a forte innovazione e scalabilità, nonché per la loro motivazione e curricula. I protagonisti si sono alternati sul palco chiamati a ritirare il meritato riconoscimento dal giornalista e presentatore Pierluigi Pardo con la gentile e amichevole partecipazione di Ema Stokholma.

Il Myllennium Award 2022 è articolato in 10 categorie, con tantissimi Premi Speciali: Saggistica “MyBOOK”, Startup “MySTARTUP”, Giornalismo “MyREPORTAGE”, Opportunità di lavoro e formazione “MyJOB”, Architettura/Street art “MyCITY”, Cinema “MyFRAME”, Musica “MyMUSIC”, Dual Career “MySPORT”, Imprenditoria sociale “MySOCIALIMPACT” e Arti e maestranze “MyBRICKS”.

A scegliere i più meritevoli è stato il Comitato Tecnico-Scientifico composto da professionisti del mondo accademico e scientifico, dell’economia, dell’industria, del giornalismo, del cinema, delle istituzioni e dello sport.

Per la categoria MyBOOK Pietro Gervastri ha ritirato il Premio Speciale Invictus per aver sviluppato il tema Lo sport come scuola di vita. Per lui un contratto di edizione e la relativa pubblicazione con la casa editrice Lab DFG.

Il Myllennium Award è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dell’Università e della Ricerca e dalla Regione Lazio. Vanta la medaglia di bronzo del Senato, onorificenza conferita a iniziative che si distinguono per spirito sociale, educativo e di alta rappresentatività.

Per maggiori informazioni: http://myllenniumaward.org/.

Articoli correlati

Back to top button