AREZZO – Valdichiana Village compie 16 anni

Lucchetti: “Riferimento per il territorio, soddisfazione per l’andamento dei saldi”

Intervista al Direttore del Valdichiana Village Riccardo Lucchetti.

Direttore Riccardo Lucchetti, un bilancio sui saldi estivi 2021 al Valdichiana Village. Qual è l’andamento?

È un buon andamento, considerato che ci stiamo raffrontando con un periodo pre-covid del luglio 2019. L’anno scorso i saldi sono stati posticipati in un periodo insolito, ad agosto e con una durata più breve, quindi i confronti con il 2020 sono meno attendibili. Comunque, nonostante la pandemia, possiamo dirci soddisfatti. L’aspetto che ci gratifica di più e che ci fa ben sperare per il futuro, sono le tante presenze straniere all’interno dell’Outlet. Ci sono molti visitatori dai paesi europei che amano la Toscana in particolare Olanda, Germania, Austria, Svizzera… ma registriamo molte presenze anche dalla Polonia e altri paesi dell’Est Europa.

Valdichiana Village spegne 16 candeline. Solitamente questo sarebbe stato il periodo dei grandi eventi. L’azienda è disponibile a tornare a regalare in futuro manifestazioni di alto livello al territorio?

Gli eventi organizzati al Village creavano sempre molta aspettativa. Purtroppo anche questa estate non ci saranno, ma c’è la speranza che si possa tornare a farli, significherebbe che la situazione sanitaria sarà migliore. Al momento è impensabile organizzare un evento, come in passato, che riempia la nostra piazza di persone.

Il Village è migliorato molto da un punto di vista estetico. Quali sono stati gli interventi da parte dell’azienda?

Abbiamo puntato molto sul rendere questo luogo ancora più bello e accogliente, ma anche sicuro rispetto al passato. I periodi di lockdown e l’avanzata dello shopping online – uniti alle limitazioni con l’obbligo di chiusura nel fine settimana – ci hanno fatto capire che era necessario riaccogliere le persone al Village introducendo delle novità. I risultati si sono visti fin da subito, dal mese di aprile, quando abbiamo riaperto in maniera continuativa al pubblico. Abbiamo avuto ottimi feedback. Sono state migliorate le aree verdi e introdotto nuove zone relax, per esempio. Si è cercato soprattutto di mantenere alto il livello di sicurezza con la misurazione della temperatura e la gestione delle file ai negozi; ogni ambiente è sanificato e sono stati installati dei semafori per evitare l’affollamento nei bagni. E poi abbiamo lavorato in ogni zona del Village, con tutti i nostri ristoranti che hanno la possibilità di far mangiare le persone all’esterno.

Nonostante il periodo di difficoltà i punti vendita hanno sostanzialmente retto l’impatto. C’è stato anche l’ingresso di nuovi brand nella Land of Fashion toscana?

Il turnover è stato limitato. Non ci siamo mai fermati e abbiamo utilizzato i periodi di chiusura per proporre il nostro Village ai brand che appena si è palesata l’opportunità hanno investito. Negli ultimi due mesi sono arrivate nuove firme prestigiose, aperture che ci hanno dato uno slancio di ottimismo e fiducia per il futuro. La formula outlet è scelta ancora da molte aziende e questo ci rende orgogliosi. Tra le più recenti aperture citiamo Flavio Castellani, Desigual, Trussardi, The North Sails, Fracomina, Maledetti Toscani, The Green Sneaker Store e la libreria Giunti al punto, aperta proprio questa settimana.

Importante è il dialogo con il territorio e Valdichiana Village è sempre presente con iniziative per far ripartire la filiera turistica.

Siamo sempre stati parte integrante di questo territorio, oltre che un’attrattiva turistica vera e propria. Il dialogo non si mai fermato, neanche durante il lockdown. Tra le novità c’è l’attivazione di una navetta che unisce per la prima volta alcune eccellenze territoriali come Montepulciano, Cortona e Castiglione del Lago al nostro Village. Abbiamo consolidato la collaborazione con il Maec di Cortona, per proporre anche cultura ai nostri visitatori. Le iniziative continuano costantemente. Ci tengo a citarne una in particolare, che abbiamo finanziato e promosso sui nostri canali social: la realizzazione di sette video per far scoprire e valorizzare altrettanti comuni della Valdichiana aretina. Vogliamo ripartire con loro.

Back to top button