AMBIENTE – Microplastiche, nel lago di Bilancino arriva il cestino per catturarle

naugurato con l'assessora Monni il trentatreesimo Seabin della campagna Coop per l'ambiente

Arriva anche al lago di Bilancino il cestino galleggiante che cattura anche le microplastiche. Quello inaugurato oggi è il settimo Seabin in Toscana e il tretantreesimo installato sul territorio nazionale grazie alla campagna “Un mare di idee per le nostre acque” la campagna di Coop in partnership con LifeGate che per il 2021 ha l’obiettivo di collocare in tutto il territorio nazionale 34 nuovi Seabin che si aggiungono ai 12 già posizionati nel 2020, nelle acque di mari, fiumi, laghi per ridurre l’inquinamento da plastica e microplastiche.

Il Seabin è un cestino che, galleggiando a pelo d’acqua, cattura i rifiuti, dai più grandi fino alle microplastiche, mentre una piccola pompa espelle l’acqua filtrata. È in grado di lavorare 24 ore su 24, sette giorni su sette, pompa fino a 25.000 litri d’acqua all’ora e necessita di interventi di svuotamento e pulizia.

Il nuovo cestino è stato installato presso il nuovo pontile galleggiante del Comune grazie all’ impegno di Comune di Barberino di Mugello, Regione Toscana, Federazione interprovinciale Coldiretti Firenze e Prato e Publiacqua spa, una rete di attori pubblici e privati impegnati nella salvaguardia e promozione del Lago di Bilancino.

“Con l’installazione del Seabin nel Lago di Bilancino- ha detto l’assessora all’ambiente Monia Monni presente oggi all’inaugurazione-, si conferma la grande sensibilità di Unicoop Firenze verso le tematiche ambientali e la lotta alla plastica nei nostri corsi d’acqua. Questa opera è particolarmente significativa, poiché questo Seabin raccoglierà le microplastiche a Bilancino, il lago che rappresenta la maggiore riserva idrica di tutta l’area metropolitana di Firenze, Prato e Pistoia”. Monni ha poi ringraziato, oltre ad Unicoop Firenze, Coldiretti, Publiacqua ed il Comune di Barberino, in particolare il Sindaco Mongatti e l’assessore all’Ambiente Tagliaferri, “che – ha aggiunto Monni- hanno contribuito alla realizzazione del pontile necessario alla manutenzione ed alla gestione del Seabin.”

Quello di Barberino di Mugello è il settimo Seabin in Toscana nell’ambito di questa campagna: gli altri sei dispositivi sono in funzione a Firenze presso la Società Canottieri Firenze, a Livorno presso il Circolo Arci Pesca N. Sauro, nella darsena comunale di Castiglione della Pescaia, a Viareggio presso il Polo Nautico Viareggio, al Marina di Capraia, sull’omonima isola, e a Marina di Pisa presso il Porto Turistico di Pisa.

Grazie a questi Seabin posizionati in Toscana, sono stati raccolti finora 1.500 chilogrammi di rifiuti galleggianti, pari al peso di oltre 100.000 bottiglie di plastica da mezzo litro.

“La lotta alle plastiche nei nostri corsi d’acqua e quindi alla loro diffusione nei mari- ha sottolineato ancora Monni- , è una delle azioni su cui anche Regione Toscana è in prima linea, grazie anche alle collaborazioni che stiamo attivando con il mondo dell’associazionismo ambientale e con i Consorzi di Bonifica, che sono i primi attori nella cura e gestione dei nostri torrenti e fiumi.”

All’evento di inaugurazione sono intervenuti la presidente del Consiglio di sorveglianza Unicoop Firenze Daniela Mori, il sindaco di Barberino Giampiero Mongatti, il presidente di Coldiretti Fi-Po Roberto Nocentini, il presidente di Publiacqua Spa lorenzo Perra e anche i soci della sezione Coop di Barberino di Mugello, con la presidente Anna Aiazzi.

Articoli correlati

Back to top button