AMBIENTE – Demanio e risorse idriche: più facile presentare le richieste

Si chiama Sidit front end, ed è un applicativo che permette dì semplificare le procedure e snellire i procedimenti amministrativi regionali legati all’utilizzo delle risorse idriche.

Attraverso la compilazione di specifiche schede, gli utenti interessati potranno compilare la richiesta o pratica telematica in modo semplice e guidato, per inoltrarla alla Regione Toscana.

Lo hanno messo a punto le direzioni regionali che si occupano di Difesa del Suolo e Protezione Civile e dei Sistemi informativi.

La soddisfazione è quindi doppia. C’è quella dell’assessora regionale alla protezione civile, Monia Monni, che afferma di voler “ringraziare la Direzione difesa del suolo e coloro che hanno collaborato alla creazione di questo nuovo portale, che permetterà di semplificare la compilazione e la gestione delle pratiche relative al demanio idrico. Tutto questo aiuterà gli utenti, ma permetterà a gli uffici di ricevere pratiche sempre più complete, riducendo i tempi per l’espletamento delle stesse”.

E poi quella del suo collega di Giunta, l’assessore regionale alla semplificazione, Stefano Ciuoffo, che aggiunge: “Proseguiamo, anche se al momento in via sperimentale, nel nostro impegno per rendere la Toscana una “regione smart”. Sono sempre più numerosi gli esempi in questo senso, ma si tratta di un lavoro che non possiamo considerare concluso. Il nostro impegno a favore dei cittadini e dei professionisti prosegue in tal senso, grazie al supporto essenziale, da un lato, delle innovazioni digitali e, dall’altro, della professionalità dei nostri dipendenti”.

L’applicativo SiDIT-front end smisterà la richiesta direttamente all’Ufficio regionale territorialmente competente, permettendo e facilitando il dialogo tra gli uffici regionali preposti al rilascio delle autorizzazioni e delle concessioni che riguardano il demanio e il servizio idrico e gli utenti esterni durante tutte le fasi dell’iter procedimentale, con un conseguente snellimento delle procedure, ed una riduzione dei tempi di presa in carico e di risposta da parte degli uffici regionali competenti.

L’applicativo è già utilizzabile. Tutti i cittadini, i professionisti e le imprese interessate potranno utilizzarlo in via sperimentale, in alternativa alle modalità attuali, accedendo al sistema dopo essersi collegati a https://servizi.toscana.it/RT/sidit-fe/#/ attraverso la Carta Nazionale dei Servizi o le credenziali SPID ed effettuando la registrazione che viene richiesta al primo accesso.

Articoli correlati

Back to top button