Categorie: FirenzeSport

Marè (pres. Midland): “Vogliamo dare a Firenze una squadra per obiettivi importanti”

Il Presidente ha ribadito l'importanza di avere un impianto

Dopo l’eliminazione della Nazionale dalle qualificazioni è intervenuto il presidente di Midland Luca Marè.

Il Presidente di Midland Luca Marè interviene sull’eliminazione della Nazionale alle qualificazioni ai Mondiali e sul momento del Calcio a 5 in Italia.

L’Italia battuta 4-1 dal Portogallo nell’ultima partita dell’Elite Round, in casa dei lusitani, è stata estromessa dalla corsa al Mondiale. Il Portogallo riserva per la seconda volta negli ultimi 20 anni una grande delusione alla nostra Nazionale italiana di Calcio a 5. Già nel 2000 infatti, a Paços de Ferreira, gli azzurri giunsero secondi nel girone vinto dai padroni di casa e furono estromessi dalla fase finale dei Mondiali.

“Come appassionato di Futsal – spiega il Presidente della Midland – ho vissuto la non qualificazione ai Mondiali della nostra nazionale con molta tristezza e rammarico. Questo riporta l’attenzione sulle condizioni del nostro sport, uno sport considerato minore e che per questo trova ancora molte difficoltà di ogni tipo in varie regioni Italiane, anche in Toscana”.

“Come presidente della nostra società – prosegue Marè – sono orgoglioso di aver portato avanti in questi anni un progetto che ha dato frutti importantissimi. Con circa 300 tesserati ed oltre 220 bambini nella nostra scuola calcio a 5, siamo ormai la realtà Toscana più grande che si dedica in maniera professionale al Futsal. Il rovescio della medaglia è che tutto questo viene fatto senza nemmeno un impianto sportivo assegnato, avendo così grandi costi di affitto e gestione che sacrificano anche le ambizioni della nostra prima squadra, stabilmente in serie C1 (la massima categoria regionale)”.

“Siamo ormai la realtà Toscana più grande che si dedica in maniera professionale al Futsal”.

“Ci sentiamo sempre dei pionieri – conclude il Presidente – e ad oggi ci sentiamo anche un po’ un’oasi nel deserto. L’obiettivo di formare veri giocatori di Futsal è il nostro motore e il nostro fine sarà ridare a Firenze una squadra che potrà ambire ad obiettivi importanti. Tutto questo dovrà però obbligatoriamente passare però per un percorso condiviso con le istituzioni che ci possano in primis assegnare una casa. Allora potremo dare ancor di più una mano al salvataggio del calcio a 5″.

Lorenzo Somigli

Lorenzo Somigli. Classe 1996. La scrittura una passione da sempre. Lavoro come redattore, opinionista per Lady Radio, ufficio stampa di Sporteams, Santo Stefano Basket e AISLA Firenze.

Articoli recenti

Il Consorzio Vino Chianti conquista l’America Latina, le prime classi diplomate in Messico e a Cuba

Continua l'avventura della Chianti Academy Latam, il percorso di formazione proposto dal Consorzio Vino Chianti…

5 ore fa

Coronavirus, ‘tour’ di Stella (FI) in uffici pubblici Firenze: “Il 90% senza mascherine, gel e guanti”

"Il 90% degli uffici pubblici a Firenze è sprovvisto di dotazioni protettive. Regione Toscana, Comune…

15 ore fa

Coronavirus, Rossi: “Efficaci di fronte all’emergenza, ringrazio tutti gli operatori e la comunità cinese”

“Stiamo ottenendo grandi risultati sul terreno più difficile e questo grazie all’efficace azione del nostro…

15 ore fa

Galatrona 1994 – 2017: la prima verticale di tutte le annate del ‘Gran-Cru’ di Petrolo

Galatrona di Tenuta di Petrolo, storica azienda vitivinicola sulle ultime propaggini a Sud- Est dei…

15 ore fa

VOLTERRA – X Mostra Mercato del Tartufo Marzuolo il 28 e 29 marzo

Sabato 28 e domenica 29 marzo si rinnova a Volterra (PI) l'attesissima MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO MARZUOLO, appuntamento…

16 ore fa